Autobus. Pagamento con carta bancaria

Sui bus delle linee urbane 1, 4 e 8

Parte da Ravenna l’introduzione graduale del progetto StarTap, il nuovo sistema di pagamento a bordo dei bus con carte bancarie o carte virtualizzate, in smartwatch o smartphone. La nuova modalità si aggiunge ai tradizionali metodi di pagamento dei titoli di viaggio.

Dopo i test svoltisi in queste settimane, da domani su tre linee urbane sarà possibile acquistare il titolo di viaggio con carta di credito o bancomat, accostandoli semplicemente al lettore per effettuare il ‘tap’ (lo stesso vale per smartwatch o smartphone nel caso di carte virtualizzate).

Si tratta della Linea 1 (Ospedale – Centro CUP – Scuola professionale IAL- CISL – Cinema City), della Linea 4 (S. Apollinare – Museo Classis – centro storico) e della Linea 8 (Centro iperbarico – Centro commerciale ESP – zona industriale – cimitero).

Il progetto parte significativamente da Ravenna, nell’anno in cui la città bizantina celebra i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

“Accogliamo con grande piacere questa novità all’insegna dell’innovazione tecnologica che andrà al servizio dei tanti cittadini che ogni giorno usufruiscono dei mezzi pubblici – commenta il sindaco di Ravenna Michele de Pascale –. La digitalizzazione dei pagamenti sui bus proporrà un’ulteriore modalità, veloce e pratica, di accedere al servizio di trasporto pubblico, segnando un ulteriore tassello nell’importante percorso verso la transizione digitale. Ancora una volta Ravenna si dimostra capace di raccogliere le sfide del futuro, con energia e determinazione”.

“Il futuro del trasporto pubblico non può prescindere dalle tecnologie digitali – aggiunge il Presidente di Start Romagna Roberto Sacchetti -. Siamo orgogliosi di essere protagonisti, insieme a Tper, Tep e Seta, di questa innovazione tecnologica che consentirà alla nostra Regione di allinearsi alle migliori esperienze internazionali. Si tratta di un metodo di pagamento veloce e assolutamente sicuro che migliorerà l’esperienza di viaggio a bordo dei nostri mezzi”.

Il nuovo metodo di pagamento si basa sulla tecnologia EMV (acronimo di Europay, MasterCard e VISA) e si avvarrà di nuovi validatori (Aep Ticketing Solutions) uguali in tutta la Regione, ben riconoscibili dal colore verde smeraldo, che coesisteranno accanto a quelli tradizionali, ancora funzionanti per le altre modalità di acquisto che restano attive e non subiscono modifiche.

“Stiamo collaborando con Start Romagna e le aziende emiliano romagnole che sono tra le migliori sul mercato ed è un grande onore poter essere a loro fianco – dice Giovanni Becattini, amministratore delegato di Aep Ticketing Solutions –. Questo sistema di pagamento con carte EMV, che va ad aggiungersi ai numerosi altri da noi realizzati in Italia e all’estero, accetta anche le carte virtualizzate su smartphone e permette quindi di lasciare a casa le carte fisiche”.

Il progetto è stato realizzato grazie alla piattaforma digitale di SIA, società hi-tech europea leader nei servizi e nelle infrastrutture di pagamento controllata da CDP Equity.

“Siamo orgogliosi di aver collaborato con Start Romagna al lancio del nuovo sistema di pagamento contactless – le parole di Eugenio TornaghiDirettore Marketing & Sales di SIA –. Molte importanti realtà italiane stanno già utilizzando la tecnologia SIA per digitalizzare milioni di titoli di viaggio. Il nostro Paese sta accelerando nel percorso di digitalizzazione e in particolare nell’ambito della mobilità e del trasporto pubblico: il pagamento elettronico entra così sempre più nella quotidianità dei cittadini e diventa lo standard alternativo al contante”.

Lungo il tragitto, ogni volta che si cambia bus è necessario effettuare il ‘tap’, ma il sistema addebiterà un nuovo pagamento solo alla scadenza della validità temporale del biglietto precedentemente acquistato; una volta a regime il nuovo sistema potrà applicare automaticamente la tariffa più vantaggiosa in base ai viaggi effettuati nella giornata.

La nuova modalità di pagamento è ben illustrata da comunicazioni grafiche a bordo, sarà annunciata e accompagnata da una campagna sui canali social di Start Romagna e per sciogliere i dubbi è disponibile sul sito www.startromagna.it una pagina dedicata alle domande più frequenti, in continuo aggiornamento.

Il pagamento del biglietto con carta contactless è valido come transazione per il ‘Cashback di Stato’. La transazione bancaria non ha costi per il cliente ed è sicura.

In caso di controllo da parte dei verificatori dei titoli di viaggio, il passeggero che ha utilizzato il sistema di pagamento contactless dovrà fornire le ultime 4 cifre della propria carta di credito fisica o di quella virtuale associata al proprio smartphone per la verifica del pagamento e la validità dei ‘tap’ effettuati. I dati relativi alla carta e quelli del titolare non vengono memorizzati dai dispositivi di controllo.

In queste settimane si completerà il montaggio dei nuovi dispositivi su 360 bus della flotta di Start Romagna. Conclusa la fase di introduzione del sistema nella rete urbana di Ravenna il progetto verrà progressivamente avviato sulle linee urbane dei tre bacini serviti dall’azienda.

In estrema sintesi:

  • coesistono vecchie e nuova modalità di acquisto del titolo di viaggio
  • la tecnologia con validatore verde smeraldo contraddistingue il nuovo metodo di pagamento
  • il titolo ha sempre validità di un’ora, in caso di cambio bus bisogna ripetere il “tap” che non aggiunge addebiti
  • il pagamento vale per il Cashback di Stato
  • al verificatore vanno comunicate le ultime quattro cifre della carta utilizzata per il pagamento
  • la transazione bancaria non ha costi ed è sicura
  • è necessario verificare che la propria carta sia già stata abilitata al pagamento contactless. Il primo utilizzo contactless va sempre fatto da un POS ‘fisico’