L’erogatore mantiene inalterate le caratteristiche qualitative naturali dell’acqua

Anche le scuole secondarie di primo grado di Bagnacavallo e Villanova hanno a disposizione gli erogatori di acqua potabile installati da Romagna Acque in collaborazione con il Comune, l’Unione e il Ceas della Bassa Romagna.

L’iniziativa rientra nel progetto “Acqua e Scuole” di Romagna Acque – beneficiario di un apposito bando di Atersir per la riduzione e la prevenzione dei rifiuti – per dotare le scuole secondarie di primo grado del territorio di erogatori di acqua naturale a temperatura ambiente, evitando l’utilizzo dell’acqua in bottiglie di plastica. Chi utilizza gli erogatori installati nelle scuole può infatti usare borracce personali riducendo o eliminando la quantità di rifiuto in plastica prodotto e da raccogliere per il successivo smaltimento.
L’erogatore mantiene inalterate le caratteristiche qualitative naturali dell’acqua che, provenendo dalla rete idrica, è controllata e di alta qualità e non prevede trasporto per arrivare all’utente finale. In questo modo, si riduce anche la produzione di inquinamento atmosferico.
L’acqua erogata attraverso i dispositivi installati nelle scuole e allacciati alla rete idrica è perciò del tutto sostenibile: in tal senso, l’installazione degli erogatori ha lo scopo di sensibilizzare gli studenti a preferire l’uso della risorsa idrica pubblica rispetto a quella in bottiglia, incentivandone il corretto uso e la riduzione degli sprechi.

In tutta la Bassa Romagna sono stati installati dodici erogatori che servono oltre 2mila studenti di numerose scuole secondarie di primo grado.