La qualità dei progetti è riconosciuta e apprezzata dalla regione Emilia-Romagna 13 nuove telecamere implementeranno la dotazione del comune di Lugo

Nell’ultimo quinquennio la partecipazione ai bandi regionali ha portato all’assegnazione di 242.343,37 euro, che hanno permesso l’acquisto di strumentazioni di lavoro efficienti e tecnologicamente avanzate, molte delle quali finalizzate alla sicurezza degli operatori, all’aumento della sicurezza urbana, la realizzazione di interventi per aumentare la presenza della Polizia Locale sul territorio e la vicinanza ai cittadini anche nelle zone più decentrate.

Un ulteriore risultato perseguito dalla Polizia Locale della Bassa Romagna, grazie alla concessione dei contributi regionali è stato il graduale percorso verso una completa digitalizzazione delle attività del comando, sia esterne, sia interne.

“Sempre attraverso contributi, – ha puntualizzato Veronica Valmori Assessora alla Polizia Municipale e Controllo sociale del territorio del Comune di Lugo – 13 telecamere andranno ad implementare i dispositivi di videosorveglianza del territorio comunale, di cui 10 collocate nel centro storico. Anche queste, come tutte quelle presenti nel territorio dell’Unione della Bassa Romagna, saranno visibili dalla Polizia di Stato e dai Carabinieri. Prendo atto – prosegue Valmori – che una certa minoranza, soprattutto su temi delicati come la sicurezza, prosegue con un approccio disattento, anche alle risposte puntuali che ricevono dagli uffici competenti, generando disinformazione”.

Oltre ai contributi regionali nel 2021 la Polizia Locale ha ottenuto contributi dal Ministero dell’Interno con il progetto Scuole Sicure: “Ragazzi e stupefacenti: sì alle scuole sicure – no alla droga”

“La qualità dei nostri progetti è riconosciuta e apprezzata a livello regionale e permette di qualificare i servizi del nostro Corpo Unico di Polizia Locale, – dichiara Daniele Bassi, sindaco referente alla Polizia Locale e Sicurezza dell’Unione della Bassa Romagna -. Tutto ciò consente, all’interno di un gioco di squadra con le Forze dell’Ordine coordinate dalla Prefettura di adeguare i servizi alle esigenze che cittadini, famiglie e imprese ci rappresentano quotidianamente”.