Contiene gli interventi degli esperti e i temi emersi durante il crowdlab del 12 ottobre

Comincia a popolarsi di idee il diario di “Pug mio – Progettiamo insieme il territorio”, il percorso di partecipazione promosso dall’Unione della Bassa Romagna per coinvolgere le comunità dei nove comuni nella redazione del Piano urbanistico generale che disegnerà il futuro del territorio.

È infatti stato reso pubblico il report del primo appuntamento del percorso, il crowdlab svoltosi lo scorso 12 ottobre presso l’auditorium di Fusignano. Chiunque volesse consultarlo potrà scaricarlo dal sito dell’Unione (www.labassaromagna.it) nella sezione Servizi – Urbanistica – Piano urbanistico generale. Nel report sono riportati gli interventi dei tre esperti intervenuti in qualità di “ispiratori” – Tommaso Pacetti dell’Università di Firenze, Simona Beolchi della fondazione Innovazione urbana e Marco Marcatili di Nomisma – unitamente alle domande e ai temi emersi dal confronto con i partecipanti. Il report è inoltre arricchito dai documenti presentati dagli esperti durante il crowdlab, per chi volesse approfondire i temi affrontati.

Si tratta del primo di una serie di report che accompagneranno tutte le attività del percorso e che permetteranno anche a chi non ha preso parte agli incontri di conoscere l’evoluzione del confronto, i temi e le principali questioni emerse.

Il prossimo capitolo del “diario della partecipazione” sarà il report dei banchetti svoltisi in ottobre nelle piazze e tra i mercati, dove gli operatori e le operatrici di Sociolab – la cooperativa incaricata di gestire il percorso – hanno intervistato i cittadini della Bassa Romagna sui principali bisogni e aspettative per lo sviluppo futuro del territorio.

“Rinnoviamo il nostro invito a tutta la cittadinanza a partecipare alle iniziative legate a questo percorso dedicato al Pug – ha dichiarato Paola Pula, sindaca referente per l’Urbanistica -. Si tratta infatti di un’occasione più unica che rara per dare un contributo concreto alla collettività e in particolare alla definizione delle linee guida che detteranno lo sviluppo del territorio per i prossimi anni”.