Gli abiti raccolti durante l'iniziativa "Svuota armadio"

L’iniziativa di solidarietà organizzata dal Rotaract convince i lughesi che dalle 8 alle 14 di oggi hanno assicurato un flusso continuo di donazioni

E’ stata un vero successo l’iniziativa “Svuotarmadio”, organizzata dal Rotaract di Lugo e patrocinata dal Comune di Lugo. Dalle 8 alle 14 di oggi, il punto di raccolta organizzato all’interno del Pavaglione ha visto un flusso continuo di persone che hanno donato oltre 900 kg di merce, fra abbigliamento, scarpe, e qualche giocattolo. “La cosa più bella – spiega Francesco Alberoni, vice presidente del Rotaract che raccoglie una ventina di giovani di età compresa fra 18 e 35 anni, tutti coinvolti nella raccolta  – è che le persone erano felici di dare un contributo. Erano loro che ringraziavano noi per l’iniziativa nella quale abbiamo coinvolto anche le scuole superiori di Lugo, il liceo ed il polo tecnico. La partecipazione dei singoli cittadini comunque ci ha veramente sorpreso oltre alla qualità dei capi raccolti, alcuni ancora con il cartellino, quindi neppure mai usati”. L’abbigliamento raccolto sarà distribuito fra le associazioni locali che si occupano di assistenza ai bisognosi. I capi danneggiati invece saranno conferiti a Hera per il recupero dei materiali. Il ricavato servirà a coprire le spese dell’intero progetto e, in caso di surplus, verrà donato alle Caritas della provincia. I vestiti che hanno una valenza di carattere culturale locale fondata verranno inseriti nell’archivio di ricerca Mazzini di Massa Lombarda. Infine, i capi tecnicamente adatti saranno forniti all’azienda lughese Silent People fondata da Filippo Biancoli che si occupa della trasformazione degli abiti in borse e accessori. Nel pomeriggio alcuni componenti del Rotaract hanno effettuato il ritiro a domicilio di altre scatole rese disponibili da privati a Ravenna.