Rifiuti (foto di repertorio)

Facente parte del progetto “Cervia social food”, scopo del comunicato è l’istituzione di un tavolo dei soggetti socialmente responsabili per combattere gli sprechi

L’amministrazione comunale di Cervia ha condiviso un avviso pubblico per la costituzione del tavolo dei soggetti socialmente responsabili nella lotta allo spreco, dimostrando di aver compiuto un ulteriore passo importante all’interno del progetto denominato “Cervia sociale food”, che ha l’obiettivo di creare una rete locale per il contrasto sia agli sprechi alimentari che agli sprechi di altro genere, e per la redistribuzione delle eccedenze a fini di solidarietà sociale.

La decisione di costituire il tavolo è scaturita durante il percorso di co-progettazione, attivato e coordinato dall’amministrazione comunale cervese, svoltosi da novembre dello scorso a marzo dell’anno corrente, e al quale hanno partecipato ventisei realtà del territorio, come ad esempio parrocchie, enti caritatevoli, associazioni e gruppi di volontariato, cooperative sociali, attività economiche, realtà che operano nel settore della produzione di beni alimentari ed istituti scolastici.

Il tavolo, presieduto dal comune della città del sale e aperto a realtà donatarie o donatrici di beni alimentari (l’ultimo giorno valido per rispondere all’avviso è mercoledì 8 giugno), avrà funzioni di indirizzo e di governo degli interventi, di costruzione di politiche di contrasto agli sprechi e di redistribuzione solidale; con la rete locale costituita a novembre del 2021 che continuerà a essere la realtà gestionale e operativa del progetto denominato “Cervia social food”, iniziativa che, tra le altre cose, prevede l’attribuzione di un marchio etico.

In merito alla costituzione del tavolo dei soggetti socialmente responsabili nella lotta allo spreco si è espressa Bianca Maria Manzi, assessore al welfare: “Il progetto ‘Cervia social food’ rientra nelle nostre politiche del welfare dell’aggancio, ed intende mettere in rete le numerose realtà del territorio che si sono distinte per l’impegno a favore delle persone in condizioni di fragilità economica e sociale, sia durante l’emergenza sanitaria, sia in concomitanza con la fase dell’accoglienza immediata dei profughi provenienti dall’Ucraina. Il tavolo e la rete di ‘Cervia social food’ hanno proprio l’obiettivo di non disperdere queste importanti risorse locali e di creare una rete di soggetti che possano stabilmente contribuire sia al recupero alimentare che al riorientamento dei beni recuperati a favore di chi ne ha bisogno”, ha concluso la Manzi.

Per maggiori informazioni relative all’avviso pubblico trasmesso dall’amministrazione comunale di Cervia, è necessario visitare il seguente sito web www.comunecervia.it/servizi/bandi-e-selezioni-varie/scheda/avviso-pubblico-per-la-costituzione-del-tavolo-dei-soggetti-socialmente-responsabili-nella-lotta-allo-spreco.html.