Incontro fra i Rotary Club di Ravenna e casa Augusta

Tanti gli acquisti e le attività rese possibili allo staff del centro grazie alle donazioni dei club con l’aiuto delle Consorti e dei Rotaractiani

I due Rotary Club di Ravenna hanno incontrato lo staff di casa Augusta, centro che si occupa dei bimbi e ragazzi affetti da spettro autistico.

Casa Augusta ha rendicontato come è stata spesa la donazione che i due club hanno raccolto e donato, con l’aiuto delle Consorti e dei Rotaractiani.

Nell’annata 2020-2021, Governatore Adriano Maestri, uno dei progetti del Distretto era difatti rivolto alle famiglie e ai ragazzi affetti da spettro autistico.

L’incontro, causa maltempo, non si è svolto nella sede del centro ‘Casa Augusta’, ma presso la sede della Coop sociale San Vitale.

La dott. Katia Tonnini ha accolto gli ospiti assieme a diverse collaboratrici del centro molto cortesemente e dopo averci detto del numero sempre più crescente di ragazzi che frequentano il centro,  ha informato di come sia stata gradita la donazione e in dettaglio ha elencato cosa si è potuto fare con quella somma, e precisamente:

è servita all’acquisto di beni di uso quotidiano di cui i ragazzi sono grandi consumatori (giochi, piscinette gonfiabili, quaderni, colori etc);

è servita ad aiutare famiglie in particolare difficoltà economica a consentire la partecipazione dei loro ragazzi alle attività del centro;

è servita a fare del parent-training, vale a dire aiutare le famiglie a fare istruzione formativa ai ragazzi al di fuori delle ore che passano al centro Casa Augusta.

“Le informazioni ricevute dalla dott Tonnini ci hanno resi orgogliosi di aver realizzato tale progetto e dagli aneddoti che ci ha raccontato abbiamo anche ricevuto una lezione di vita” ha detto Lina Maestri, in rappresentanza dei gruppi Consorti dei Rotary Club di Ravenna