(Shutterstock.com)

La giunta comunale della città del sale ha stanziato 127.000€, a fondo perduto, per fronteggiare i costi energetici; con tre avvisi per la concessione delle risorse che sono in fase di pubblicazione

La giunta comunale di Cervia ha deliberato di stanziare 127.000€ di contributi, a fondo perduto, per le attività economiche a parziale ristoro dell’aumento dei costi energetici e per la loro valorizzazione, e per le associazioni sportive che gestiscono impianti e palestre nel territorio comunale, sempre come aiuto per fronteggiare i costi energetici.

 Sono in fase di pubblicazione tre avvisi per la concessione di contributi, di seguito elencati:

  • “Avviso pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese a parziale ristoro dell’aumento dei costi energetici”, per il quale sono stanziati 80.000€
  • “Avviso pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto a sostegno della valorizzazione delle attività economiche del territorio”, per il quale sono stanziati 20.000€
  • “Avviso pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto ad associazioni e società sportive dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi e palestre, pubblici e privati, situati nel territorio del Comune di Cervia a parziale ristoro dell’aumento dei costi energetici”,  per il quale sono stanziati 27.000€

Per essere ammessi al contributo, le attività economiche e le associazioni sportive potranno presentare la domanda fino a lunedì 12 dicembre. Gli avvisi, e i relativi allegati, saranno pubblicati sul sito web www.comunecervia.it.

In merito ai contributi a fondo perduto per contrastare il caro bollette, si è espressa Michela Brunelli, assessora alle attività produttive e allo sport del Comune di Cervia, con le seguenti parole: “Il forte aumento dei costi del gas e dell’energia elettrica, dovuto alla crisi energetica internazionale, sta gravando sui bilanci delle imprese, già fortemente provate dalle conseguenze economiche della pandemia da Covid, e delle associazioni sportive dilettantistiche che rischiano, a fronte di maggiori costi, di dover rivedere le proprie attività. Con questi avvisi pubblici, l’amministrazione comunale intende sostenere e salvaguardare, almeno in parte, l’attività sia delle imprese, che muovono l’economia del nostro territorio, sia delle società sportive, che svolgono un ruolo fondamentale sul tema dell’aggregazione giovanile e su quello del benessere e della promozione dell’attività fisica”, ha concluso la Brunelli.