Le "Caterine", biscotti tipici ravennati

Fra maltempo e deliziosi “Caterinette e Galletti”, qualche curiosità su questa giornata

Oggi è il 25 novembre, una giornata importantissima che ricorda a livello internazionale l’importanza di battersi contro la violenza sulle donne.

A Ravenna è però anche un giorno goloso siccome in questa occasione si festeggia Santa Caterina d’Alessandria (patrona delle ragazze che desiderano sposarsi e delle apprendiste sarte) e le vetrine delle nostre pasticcerie si riempiono di bellissime e coloratissime Caterine, spesso accompagnate dai “Galletti”: deliziosi biscotti che per tradizione vengono regalati non solo alle donne, ma anche ai bimbi della città.

I tradizionali biscotti ravennati: una caterina e un galletto

Una romantica leggenda sulla nascita dei biscotti ravennati

La storia narra di una coppia molto innamorata: una sartina e un fornaio.

La famiglia della sartina, però, era tremendamente contraria a quell’amore e impedì loro di incontrarsi, ma il sentimento da nulla può essere contrastato; così il fornaio per poter continuare a mostrare alla sua innamorata il sentimento che provava per lei, decise di preparare un biscotto speciale, diverso da tutti gli altri.

Lo realizzò a forma di bambolina, pensando alla sua bella sartina, e fece recapitare a casa dell’amata la famosa “Caterina”, simbolo di quel grande affetto.

Santa Caterina e il maltempo secondo la tradizione romagnola

In Romagna inoltre c’è un detto che risuona fra le vie di campagne e città in questa giornata: “Par Sânta Cataréna o ch’e’ piöv, o ch’e’ néva, o ch’e’ bréna, o ch’e’ tira la curéna, o ch’ u j’ è la paciaréna”.

Ovvero: “Per Santa Caterina o piove, o nevica o brina o soffia la Corina (il Maestrale), o c’è fango”.

Insomma… “e’ fa bròt”.

Ricetta per i tradizionali biscotti: Caterinette e Galletti

È bello ricordare le tradizioni, ma anche tenerle vive può diventare “delizioso”, ecco quindi una semplice ricetta per preparare a casa le dolci Caterine.

Ingredienti:

  • 500 g di farina bianca
  • 100 g di burro fuso
  • 200 g di zucchero
  • 2 uova intere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • scorza di limone grattugiata
  • perline colorate per decorare

Procedimento:

Lavorare bene lo zucchero con le uova, aggiungere il burro fuso e la scorza grattugiata e mescolare.

In seguito unire la farina e il lievito setacciati e amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Far riposare coperto in frigorifero circa 20 minuti.

Scaldare il forno a 180C° e intanto stendere l’impasto col matterello ad uno spessore di circa 1 cm.

Ricavare con le formine (o con un coltello a mano libera) le figure desiderate, porle su una teglia coperta con carta da forno e far cuocere fino a doratura (circa 12 minuti).

Far raffreddare su una gratella.

Per la decorazione preparate la glassa al cioccolato e versate gli zuccherini colorati sul biscotto.

Valentina Orlandi