Il progetto di riqualificazione e rigenerazione della struttura è avvenuto tramite il percorso partecipativo “QUIèORA. Come riabitare il presente in modo frugale, inclusivo, sostenibile”

Sono partiti i lavori nel locale dell’ex Conad di Pinarella, in via Platone in cui sarà realizzato il nuovo centro di comunità.

Il progetto di riqualificazione e rigenerazione della struttura è avvenuto tramite il percorso partecipativo “QUIèORA. Come riabitare il presente in modo frugale, inclusivo, sostenibile”, realizzato nel 2021, coinvolgendo tutta la comunità.

Il risultato del proficuo percorso partecipativo – finanziato dalla Regione Emilia Romagna (Contributo regionale L.R. 15/2018 – Bando 2020)  ha coinvolto 54 persone che hanno contribuito attivamente alla formulazione della proposta partecipando a più attività, oltre 598 persone che hanno compilato il questionario on line, di cui 120 under 25.

Numerose e varie le funzioni che verranno ospitate nella struttura. Al piano terra sono previsti  spazi con funzione culturale e aggregativa, che ospiteranno: area gioco, ludoteca, spazio compiti; sala laboratori creativi; porta di comunità, caffetteria sociale, salotto letterario; sala studio, sala co-working, sala per convegni e proiezioni; magazzino. Al primo piano troveranno invece posto una sala di registrazione professionale, una sala prove musicali e la sede della radio web, anch’essa frutto di un percorso partecipativo rivolto ai giovani. Pure gli spazi esterni dell’ex supermercato saranno riqualificati e avranno la funzione di punto di accoglienza  e spazio espositivo.

Gli spazi saranno organizzati e arredati in modo tale che possano mantenere una multifunzionalità e adattabilità in base alle esigenze.

In base all’accordo con la precedente proprietà dell’immobile, che ora è di proprietà del Comune, la Società Cooperativa Commercianti Indipendenti Associati si è impegnata a realizzare le opere di riqualificazione ed efficientamento energetico per un importo complessivo di 595 mila euro.

I lavori di risistemazione dell’immobile e dell’area sono a costo zero per il Comune, perché tutte le opere necessarie per la riqualificazione, ristrutturazione ed efficientamento energetico sono a carico del privato.

Infatti l’ex sede del supermercato, è il risultato di un accordo  stipulato fra l’Amministrazione e la Conad, che prevedeva una permuta del valore di 1.540.000 euro, con acquisizione dell’edificio di 1.141 mq su un’area complessiva di 1.632, a fronte della cessione a Conad di un terreno di proprietà comunale di mq 3.906 su cui è sorta la nuova Conad.

L’Assessore al Patrimonio Bianca Maria Manzi: “Sono partiti i lavori tanto attesi per risistemare la struttura dell’ ex Conad, un luogo importante e strategico per il quartiere di Pinarella. Grazie al percorso partecipativo sarà destinato a nuovo centro polifunzionale, che  permetterà di dare risposte importanti alla comunità, sia dal punto di vista della socializzazione, sia dal punto di vista culturale.  Il recupero edilizio dell’immobile sarà in sintonia con la nuova destinazione d’uso, per unire la dimensione fisica e materiale del comparto con quella culturale e immateriale del progetto. E’ questo un esempio  di rigenerazione urbana che guarda alla sostenibilità come elemento determinante per migliorare la qualità della vita. L’obiettivo è favorire lo sviluppo di luoghi di aggregazione in cui i giovani possono collaborare e progettare insieme. La gestione avverrà in seguito ad un percorso di coprogettazione che coinvolgerà il quartiere e le diverse realtà culturali e giovanili della comunità ”.