I numeri della disabilità negli ultimi cinque anni sono cresciuti in maniera esponenziale

Il Comune di Russi ha partecipato al Bando PNRR per la presentazione di proposte di intervento da parte degli Ambiti Sociali Territoriali, proponendo il progetto di riqualificazione del fabbricato sito in via Mascagni 13/1 denominato “Casa Canterini” e ricevendo per questo un finanziamento di 715.000 euro, al quale si aggiunge il contributo offerto dalla Pubblica Assistenza di Russi, sponsor finanziatore di tutta la parte progettuale.
Il 28 ottobre 2022, infatti, la P.A., ha consegnato all’Amministrazione comunale tutta la documentazione tecnica ed economica del progetto definitivo ed esecutivo per poter procedere alla gara di appalto, che sarà aggiudicata entro marzo 2023.

L’intendimento è quello di realizzare presso l’immobile già sede dei Canterini un luogo rivolto all’accoglienza di persone disabili che possano ivi acquisire le abilità necessarie per una vita il più possibile indipendente, che mira a dare una risposta a giovani con disabilità e alle loro famiglie utilizzando un setting e un modello di riferimento teorico e specifico, secondo un approccio bio-psico-sociale.
“La Pubblica Assistenza Città di Russi, ha dichiarato il Presidente della P.A. Enrico Castellari, con questa scelta, ha voluto non solo sostenere il progetto, che potenzierà l’offerta di assistenza socio-sanitaria verso quella fascia di popolazione colpita da disabilità, ma anche dedicare parte delle donazioni ricevute riversandole nella realizzazione di una struttura pubblica che andrà a beneficio di tutta la nostra Comunità.”

Il progetto vuole infatti essere una risposta della Città di Russi rivolta al proprio territorio e non solo, alla crescente richiesta di giovani con disabilità di essere sostenuti nel delicato percorso della costruzione di un’identità adulta, attraverso lo sviluppo di autonomie personali che migliorino la loro qualità di vita.
Il progetto individuale di ogni persona inserita prevederà infatti l’attivazione di percorsi formativi/lavorativi per l’inclusione a seconda delle abilità, delle competenze e dei bisogni di ognuno, favorendo anche l’acquisizione delle competenze necessarie per l’utilizzo di tecnologie digitali.

L’immobile risulta di complessivi mq 440,00 circa e si sviluppa su due livelli; l’intervento si attuerà su una porzione del fabbricato di superficie complessiva di circa mq 320. La gara d’appalto per i lavori, finanziati anche con risorse proprie dell’Ente e pari a complessivi Euro 428.000,00 oltre iva circa, sarà indetta entro il 31/12/2022.
Dal punto di vista infrastrutturale, infatti, l’obiettivo dell’intervento consiste nel miglioramento sismico tramite interventi locali, nella riqualificazione edilizia e nell’abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel fabbricato, con lo scopo di realizzare una abitazione in cui un gruppo di giovani persone con disabilità potranno vivere dotandola di strumenti, tecnologie di domotica e interazione a distanza, in modo da migliorarne l’autonomia sociale e lavorativa.
L’Architetto Civinelli, coordinatore del team dei professionisti che ha lavorato a questo progetto ha dichiarato che il progetto li ha fin da subito appassionati per le sue finalità, essendo un progetto innovativo che permetterà di rendere l’immobile autonomo e moderno.

“I numeri della disabilità negli ultimi cinque anni sono cresciuti in maniera esponenziale, ha specificato la Sindaca Valentina Palli, per esempio nel 2016/2017 i ragazzi certificati erano 27, mentre nel 2023 arrivano a 65. Da parte del Comune di Russi e della P.A, intendo ringraziare anche l’Assessora Monica Grilli per l’impegno e il duro lavoro e tutti i professionisti che con il loro celere lavoro hanno permesso di rispettare le tempistiche imposte dal PNRR. Questa è l’ennesima dimostrazione che la collaborazione fra il pubblico, il privato e l’Associazionismo è foriera di ottimi risultati. Siamo fiduciosi che tale collaborazione possa continuare anche in futuro, coinvolgendo altre realtà private del nostro territorio. Sarà nostra premura , infatti, cercare ulteriori sponsor al fine di definire la seconda parte del progetto, che prevederà la realizzazione di ulteriori spazi polifunzionali.”