La cerimonia, tenuta da monsignor Ghizzoni, arcivescovo metropolita di Ravenna-Cervia, si è svolta alla presenza di Patuelli, presidente del gruppo “Cassa di Ravenna spa”, ente che ha promosso l’iniziativa

Su iniziativa della “Cassa di Ravenna spa”, nel “private banking” di piazza del Popolo di Ravenna, è esposto il presepe storico napoletano del Settecento della “Cassa” che, nella mattinata di oggi, lunedì 19 dicembre, è stato benedetto da monsignor Lorenzo Ghizzoni, arcivescovo metropolita di Ravenna-Cervia.

Alla cerimonia, oltre a monsignor Ghizzoni, erano presenti Antonio Patuelli, presidente del gruppo “Cassa di Ravenna spa”; Giorgio Sarti, vicepresidente vicario del gruppo “Cassa di Ravenna spa”; Nicola Sbrizzi, direttore generale del gruppo “Cassa di Ravenna spa”; Ernesto Giuseppe Alfieri, presidente della fondazione “Cassa di risparmio di Ravenna”; e altri amministratori ed esponenti della fondazione e del gruppo “Cassa”.

Il presepe storico, composto da numerose statuette tutte provenienti dalla collezione dell’antica bottega di restauro d’’A’arte presepiale “Cantone & Costabile” di Napoli, è costituito da ben otto gruppi ispirati alla natività. Si tratta di pezzi unici, vere opere in miniatura che, ancora oggi, vogliono rappresentare l’immutato stupore della scena della natività. Il presepe, infine, rimarrà esposto nel “private banking” di piazza del Popolo di Ravenna anche oltre le festività natalizie.