Dal Consiglio territoriale e da tutto l’associazionismo del territorio, è stato donato, a ciascun anziano un regalo personalizzato, con un biglietto di accompagnamento

A Roncalceci, quest’anno, grazie al pensiero che il consiglio territoriale ha voluto dedicare agli ultra novantacinquenni del territorio, gli auguri di buone feste hanno avuto quest’anno un sapore speciale.

Nel biglietto di accompagnamento al regalo che è stato donato a ciascuno di loro si legge la frase “Grazie! Mille volte grazie!”, seguita dal testo di seguito riportato: “Se viviamo in una comunità libera, accogliente, solidale, è anche un po’ merito tuo e di tutti i ‘grandi nonni’ del nostro territorio. Siete non soltanto un punto di riferimento affettivo per le altre generazioni, ma anche portatori e portatrici di esperienze, di ricordi, di storia, di trasmissione di conoscenze e di vita. Proprio per questa preziosa ricchezza che ci consegnate, crediamo sia un preciso dovere, per tutta la comunità, mostrare maggiore attenzione e riconoscenza nei vostri confronti, soprattutto in una fase della vita in cui la fragilità rischia di essere il tratto dominante”, conclude il biglietto di accompagnamento al regalo.

Per ciascuno è stato pensato un regalo personalizzato, nella cui realizzazione sono stati coinvolti, amplificandone grandemente il significato, la maestria e il grande cuore del gruppo di ricamo e uncinetto del territorio, l’efficienza dell’insostituibile associazione di volontariato “V.P.S.”, e la disponibilità di tutti i comitati cittadini del territorio.

Come affermato in una nota, lo stupore, la commozione, la gioia, la voglia di raccontare, gli infiniti ringraziamenti con cui le persone hanno accolto Federica Moschini, assessora al decentramento del Comune di Ravenna, Susanna Tassinari, presidente del consiglio territoriale di Roncalceci, e i rappresentanti del consiglio e di tutti i soggetti coinvolti, sono stati il maggiore riconoscimento al valore di questa iniziativa, il migliore augurio di buone feste e la promessa di ritrovarsi tutti il prossimo anno, conclude la nota.