A due anni dalla sua pubblicazione, avvenuta nel Natale del 2020, il gioco ideato dal ravennate Michele Fenati e dedicato a Ravenna e al suo territorio, è fra i regali più richiesti e più apprezzati per le festività

Due anni fa, in occasione del Natale del 2020, il “lancio” ufficiale del gioco intitolato “Il mondo in tasca. Ravenna e le sue frazioni”, l’originale creazione ideata dal ravennate Michele Fenati su suggerimento di Michele De Pascale, sindaco di Ravenna, e dedicata alla città e al suo territorio, che, ancora oggi, è uno dei regali più apprezzati per le feste.

Lo confermano dal negozio Taka Tuka di Ravenna, specializzato in giochi per bambini e per ragazzi dai zero anni in su, che è il distributore ufficiale del gioco. “Il mondo in tasca. Ravenna e le sue frazioni” è composto da cinquantadue carte corrispondenti ad altrettante frazioni, contenenti una foto e le principali caratteristiche di ognuna di esse, tra cui abitanti, densità, superficie, altitudine e distanza da piazza del Popolo. I possibili modi di giocare sono tre, dal più semplice “pela città” al “saputello”, simile ad un gioco da tavolo. Il cofanetto, che contiene al proprio interno la cartina del Comune di Ravenna, è arricchito da venti carte informative sulla città bizantina, tra cui una carta denominata “Ravenna città”; cinque carte intitolate “aree naturali”; otto carte dal titolo “Monumenti patrimonio mondiale dell’Unesco”; quattro carte denominate “Borghi e quartieri”; una carta intitolata “Porto industriale”; e una carta dedicata a “Dante Alighieri”.

In merito alla vendita del gioco intitolato “Il mondo in tasca. Ravenna e le sue frazioni”, si sono espressi i titolari del negozio Taka Tuka di Ravenna con le seguenti parole: “Anche per queste festività abbiamo venduto diverse decine di copie del gioco che, peraltro, ha mantenuto il prezzo originario. Lo proponiamo spesso ai clienti che ci chiedono qualcosa di insolito, e registriamo un generale apprezzamento. Evidentemente, ‘Il mondo in tasca’ unisce la relativa facilità con cui si può giocare anche in gruppo, al fatto di far conoscere particolari non sempre noti del nostro esteso Comune. Una particolarità che non attrae solo i clienti nati qui ma, spesso, anche coloro che si sono trasferiti in città da meno tempo, e che decidono di portare regali alle famiglie di origine in altri paesi italiani”, hanno concluso i titolati del negozio specializzato in giochi per bambini e per ragazzi dai zero anni in su.