I cittadini dell’Emilia-Romagna potranno aderire al sistema di monitoraggio per ridurre l’impatto emissivo dei veicoli e per promuovere stili di guida più sostenibile

A partire da domenica 1 gennaio del 2023, sarà possibile aderire a “Move-in” (abbreviazione di “Monitoraggio dei veicoli inquinanti”), il servizio dedicato ai proprietari di veicoli soggetti alle limitazioni della circolazione, già attivo in Lombardia e in Piemonte. Chi si iscriverà al servizio potrà usufruire di una soglia chilometrica da percorrere annualmente, monitorabile tramite l’installazione di una scatola nera, denominata “black box”, sull’intero territorio dei Comuni interessati dalle limitazioni alla circolazione previste dal “Pair”, il “Piano aria integrato regionale”. Queste misure, infatti, prevedono, sempre da domenica 1 gennaio del 2023, anche limitazioni ai veicoli diesel euro quattro, nei Comuni più grandi, e ai veicoli diesel euro tre negli altri Comuni di pianura. Aderendo al servizio “Move-in”, quindi, si potrà continuare a circolare usufruendo del bonus di chilometri assegnati.

Si ricorda che, nel caso in cui scattino le misure emergenziali, le limitazioni saranno estese anche ai diesel euro cinque e che il servizio “Move-in” non è valido in caso di applicazione di misure emergenziali, né durante le domeniche ecologiche, dove previste. In questi casi, anche i veicoli aderenti al servizio saranno soggetti alle normali limitazioni della circolazione.

Il veicolo che aderisce a “Move-in”, invece, non sarà più soggetto ai blocchi orari e giornalieri normalmente in vigore, ma verrà monitorato, tramite la scatola nera installata a bordo del veicolo che rileva i chilometri percorsi su tutti i tipi di strade, tutti i giorni dell’anno, ventiquattro ore su ventiquattro. Raggiunta la soglia di chilometri assegnati, il veicolo non potrà più circolare nei territori dei Comuni che adottano limitazioni alla circolazione per motivi ambientali, fino al termine dell’anno di adesione al servizio. Sarà, poi, sempre possibile controllare i chilometri residui e l’eventuale superamento della soglia tramite l’app, o accedendo al sito web dedicato.

Se si adottano stili di guida sostenibili come, per esempio, una velocità compresa fra i 70 chilometri orari e i 110 chilometri orari in autostrada o con accelerazioni inferiori ai 2 metri al secondo quadrato su strade urbane o su strade extraurbane, è possibile acquisire frazioni di chilometri in più da percorrere, che saranno aggiunti al saldo complessivo ancora disponibile.

Per quanto riguarda le categorie dei veicoli interessate, nei Comuni “Pair”, ossia quelli con popolazione superiore a 30.000 abitanti, quelli dell’agglomerato di Bologna, e i Comuni di Fiorano Modenese, in provincia di Modena, di Maranello, anch’esso in provincia di Modena, e di Rubiera, in provincia di Regio-Emilia, i tre volontari che hanno deciso di aderire al “Piano”, veicoli diesel fino a euro quattro; veicoli benzina fino a euro due; veicoli a metano e a gpl-benzina fino a euro uno; e ciclomotori e motocicli fino a euro uno. Negli altri Comuni di pianura, invece, veicoli diesel fino a euro tre; veicoli benzina fino a euro due; veicoli s metano o a gpl-benzina fino a euro uno; e ciclomotori e motocicli fino a euro uno. Nella categoria “veicoli”, infine, sono sempre inclusi anche i veicoli commerciali leggeri e pesanti.

Per aderire al servizio “Move-in”, il proprietario del veicolo o la persona delegata, nel caso di veicolo intestato a una persona giuridica, deve registrarsi, utilizzando lo “Spid”, il “Sistema pubblico di identità digitale”, o la “Cns”, la “Carta nazionale dei servizi”, oppure la “Cie”, la “Carta di identità elettronica”, sulla piattaforma telematica dedicata, nel sito web www.movein.regione.lombardia.it. Nel caso di persone giuridiche viene richiesta, per l’adesione, la firma digitale o la firma elettronica del legale rappresentante, qualora non effettui personalmente l’adesione. L’utente deve inserire sia i dati del veicolo di cui è proprietario o che intende registrare per conto di una persona giuridica, sia i propri dati anagrafici e di contatto, ovvero posta certificata o email; con la piattaforma informatica che verifica, in automatico, la correttezza dei dati inseriti.

Una volta effettuata l’iscrizione, chi aderisce al servizio dovrà contattare un operatore accreditato all’installazione della cosiddetta “black box”. L’elenco, in continuo aggiornamento, è disponibile online nel link del sito web https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/aria/temi/move-in/operatori-accreditati-in-emilia-romagna.

Per quanto riguarda i costi, il primo anno di adesione il costo è di 50€ con iva inclusa (di cui 30€ per l’installazione della scatola nera e 20€ per la fornitura annuale. Nel caso in cui si disponga già di un dispositivo installato a bordo del veicolo compatibile col servizio “Move-in”, il prezzo massimo sarà di 20€ per la sola fornitura del servizio annuale. Per la fornitura del servizio per tutti gli anni successivi, invece, il costo è di 20€ l’anno con iva inclusa.

Concernente la revoca del servizio, è sempre possibile cancellare la propria adesione al “Move-in” accedendo alla piattaforma, in qualsiasi momento dell’anno. Se il veicolo ha percorso meno del 50% dei chilometri assegnati, rientra nel sistema ordinario delle limitazioni del “Pair” alla circolazione, tenendo conto dei periodi, delle aree e delle fasce orarie. Se il veicolo ha percorso più del 50% dei chilometri assegnati, viene equiparato ad un veicolo che abbia raggiunto e superato la soglia chilometrica annuale e pertanto, in caso di controllo, sarà oggetto di sanzione, in qualsiasi momento dell’anno e fino alla fine del periodo previsto di adesione.

Infine, i controlli saranno effettuati dagli organi di Polizia stradale, esclusivamente su strada. Attraverso il controllo della targa sarà verificato soltanto il superamento o meno della soglia assegnata, con l’eventuale sanzione che è legata al mancato rispetto dell’apposita ordinanza comunale.

A “Move-in”, il servizio dedicato ai proprietari di veicoli soggetti alle limitazioni della circolazione, è stato dedicato sia un portale di accesso al servizio, visitabile nel sito web www.movein.regione.lombardia.it/movein, sia una sezione dedicata sul sito tematico, denominata “Aria”, del portale “Ambiente”, visitabile nel link del sito web https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/aria/temi/move-in.