Nella mattinata di ieri, venerdì 3 marzo, è stato ufficialmente scoperto il nuovo manufatto musivo realizzato per la città nel laboratorio artigianale di Annafietta

È stata ufficialmente scoperta ieri mattina, venerdì 3 marzo, in Via Santa Teresa la 107esima targa toponomastica in mosaico realizzata per la città di Ravenna nel laboratorio artigianale di Annafietta.

All’inaugurazione del nuovo manufatto musivo presenti il vice sindaco di Ravenna Eugenio Fusignani e Antonio Bandini, già Console Generale a New York e Ambasciatore ad Asmara (Eritrea), Oslo (Norvegia) e Reykjavík (Islanda), proprietario dell’abitazione sulla quale è stata affissa la targa e finanziatore dell’opera, omaggio alla città da parte della stessa famiglia Bandini.

Come detto, con questa inaugurazione sale a 107 il numero complessivo delle opere toponomastiche nel centro della città ad opera di Annafietta, tutte composte da una parte centrale in ceramica realizzata dal torniante faentino Ilirio Garavini e da lati in mosaico assemblati con la tecnica paleocristiana e bizantina con tessere di pasta vitrea, tagliate una ad una, allettate su malta cementizia e fughe libere in sottosquadro.

“Ringrazio Antonio Bandini per aver permesso la realizzazione della targa – dichiara il vice sindaco Eugenio Fusignani – e naturalmente mi complimento con Annafietta per aver prodotto un altro pregevole manufatto con il quale si arricchisce ulteriormente il percorso di rinnovamento delle targhe toponomastiche del nostro centro storico nel segno del mosaico”.