(foto di repertorio)

Il Presidente de Il Terzo Mondo, Charles Tchameni Tchienga: “Portare sostegno alle famiglie alluvionate è stata un’esperienza molto forte”

In merito alla chiusura anche del centro distribuzione aiuti all’Esp di Ravenna previsto per oggi 10 agosto 2023, Il Presidente della Onlus Il Terzo Mondo ODV Charles Tchameni Tchienga si é espresso in queste parole: 

“Per noi dell’associazione Il Terzo Mondo ODV, portare sostegno alle famiglie alluvionate è stata un’esperienza molto forte.

Sentirsi utili ai nostri concittadini inondati condividendo il loro dolore, la loro privacy e le loro ansie ci ha fatto vivere emozioni estremamente particolari.

Questa esperienza ci ha fatto capire come l’essere umano, sia ricco o povero, resta una persona fragile che ha sempre bisogno di un suo simile, anche se piccolo, per rimanere in equilibrio.

Quindi, al di là delle nostre origini geografiche, culturali e religiose, l’Uomo è fatto di carne e ossa, quindi subisce e vive le stesse sensazioni ed emozioni. La differenza sta nel come esprimerle.

Ringrazio di cuore il Presidente della Consulta del Volontariato di Ravenna e di Cuore e Territorio Giovanni Morgese per avermi dato fiducia coinvolgendo la Onlus Il Terzo Mondo che orgogliosamente rappresento in questa impresa umanitaria.

Così come ringrazio tutti i miei collaboratori e tutti i volontari che si sono prodigati per sostenermi e accompagnarmi in questo gravoso compito mantenendo attivo fino alla sua chiusura il punto di raccolta e distribuzione della CMC Ravenna che mi è stato particolarmente affidato dal Presidente Giovanni Morgese.

Non posso concludere i ringraziamenti senza ringraziare il Gruppo Consar, tutti i benefattori, tutte le istituzioni, i collaboratori e i volontari dell’ex centro vaccinali Ipercoop, che ci hanno sostenuto e accompagnato col sorriso e solidarietà in tutto questo percorso.

Colgo infine l’occasione per scusarmi con tutti i miei collaboratori e volontari nel caso avessi mostrato nei loro confronti un comportamento inappropriato.

Così come mi scuso con tutte le famiglie alluvionate nel caso io e la mia squadra non fossimo stati all’altezza delle loro aspettative. Posso solo rassicurarvi che cosa certa è che ognuno di noi ha dato il meglio di sé.

Usciamo da questa drammatica e complessa esperienza malinconici, soddisfatti e maturi.

Che Dio benedica Ravenna”.