Stelvio De Stefani spegne 100 candeline presso il Circolo dei Forestieri

L’imprenditore ravennate festeggiato sabato scorso al Circolo dei Forestieri

Stelvio De Stefani, commendatore e patron della concessionaria De Stefani, raggiunge i 100 anni di età e il Circolo dei Forestieri – come racconta Il Resto del Carlino – ne ha ricordato i meriti professionali e la caratura umana. L’azienda che lui presiede, 113 anni di passione per la mobilità, ha visto Stelvio attraversarne ben 75 anni. All’inizio, nel 1910, Evaristo De Stefani, 27 anni,  già meccanico costruttore di biciclette, apre la sua prima bottega artigiana dove costruisce e vende le biciclette “De Stefani” e “Velox”. Rientrato dalla guerra, passa dalle biciclette ai ricambi di automezzi e, dopo aver avuto il figlio Stelvio,  nel 1927, acquisisce la concessione di vendita per la Romagna dei veicoli commerciali “O.M.” (Officine Meccaniche). Nel 1930 l’attività si trasferisce in Piazza XX settembre, nei locali del Palazzo Trincossi in cui, nel primo dopoguerra, inizia a vendere la celebre “Lambretta”. Nel ’48 entra in scena il figlio Stelvio a segnare un ideale ricambio generazionale per l’azienda De Stefani che comincia la cavalcata nel mondo delle auto. Nel 1957 si costruisce a Ponte Nuovo la nuova sede e nel 1958 viene acquisita la concessione per l’Emilia-Romagna delle Simca. Nel 1966 viene a mancare Evaristo e il volante passa a Stelvio. A partire dal 1981 amministratore delegato dell’azienda diventa Adolfo Cosentino De Stefani, che detiene tuttora la medesima carica,  e progetta lo sviluppo della concessionaria Mercedes; prima camion e poi auto in tutta la Romagna e un’officina autorizzata a Bologna. Ma proprio nei giorni scorsi Stelvio De Stefani ha compiuto 100 anni e il Circolo dei Forestieri di Ravenna, sabato scorso, gli ha dedicato una serata organizzata dal presidente Beppe Rossi a cui hanno preso parte, tra gli altri, il presidente del gruppo La Cassa e dell’Abi Antonio Patuelli e il presidente della Camera di Commercio di Ferrara Ravenna Giorgio Guberti. Stelvio che, come ha ricordato  Guberti, negli anni ‘70 ebbe in mano le sorti dell’Associazione dei commercianti, “un periodo non facile  tra crisi energetica e debutto dell’Iva e Stelvio guidò l’associazione da presidente illuminato”. Un presidente che ha valicato i 100 anni con umanità e lucidità, ringraziando il Circolo “per una festa così, che non aveva mai visto e nemmeno immaginato” ha sussurrato davanti alla torta delle 100 candeline.