Le ravennati non sbagliano contro il fanalino di coda e vincono per 3-1

Bella vittoria casalinga per la Conad Olimpia Teodora che al PalaCosta, davanti al proprio pubblico, batte il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio per 3-1 al termine di una partita combattuta e avvincente, che ha visto di fronte due squadre ricche ti tante giovani. Dopo un ottimo primo set, dominato fin dall’inizio, Ravenna fatica nel secondo, riesce a rimontare, ma perde nel finale, poi riesce a strappare un terzo parziale combattutissimo e nel quarto contiene il rientro ospite.

Tre punti importantissimi per le ravennati che, complici le sconfitte di S.G. Marignano e Soverato, si portano al terzo posto della classifica.

La partita

Al fischio d’inizio Coach Simone Bendandi conferma il sestetto vittorioso a Macerata con Morello, Piva, Guidi, Torcolacci, Guasti, Kavalenka e Rocchi libero. Il primo set si apre subito con l’ace di Piva, imitata poco dopo da Torcolacci per il 4-1 in favore delle padrone di casa. La Conad allunga fino al 10-4 e respinge la rimonta ospite (15-11) grazie ancora al turno di servizio di Piva. Ravenna tocca il +8 sul 22-14 e contiene l’ultimo tentativo avversario (23-18), chiudendo il parziale al secondo set point per 25-19.

Anche nella seconda frazione le padrone di casa provano a partire forte e si portano 2-0 con il muro di capitan Guidi, ma Montecchio sorpassa subito sul 2-3 e prova ad allungare con il servizio vincente di Mangani per il 4-7. La Conad torna sotto sul 7-8 e sorpassa grazie a un doppio ace di Piva per il 10-9. Le ospiti tornano avanti sull’11-14, ma Ravenna pareggia ancora grazie al servizio, con Kavalenka e Guidi a piazzare i due ace che valgono il 16-16. Montecchio prova un’altra fuga sul 19-21 e tocca il 20-23, poi l’Olimpia Teodora pareggia ancora a quota 23, ma il break decisivo lo trovano le ospiti per il definitivo 23-25.

Sulle ali dell’entusiasmo Montecchio parte forte nel terzo set e, nel turno al servizio di Bartolini, vola sull’1-6, ma la Conad risponde subito con un parziale di 6-0 e, grazie al muro di Guidi, a 2 ace di Kavalenka e a 2 attacchi di Guasti, sorpassa sull’8-7. I muri di Torcolacci (11-9) e Kavalenka valgono il 15-12, ma le ospiti restano a contatto con l’ace di Cagnin (17-16) e sorpassano addirittura sul 17-18. Nel momento più difficile, però, le Leonesse piazzano un altro parziale di 6-0, aperto dal muro di Guidi e chiuso da Kavalenka e Guidi dopo un paio di super difese di Rocchi, provando anche la fuga decisiva sul 23-18. Montecchio non molla e ricuce fino al 24-13, ma alla fine ci pensa Piva a mettere a terra il muro che vale il definitivo 25-23.

Ravenna si porta subito sul 2-0 nel quarto set grazie al muro di Guidi e allunga fino al 7-2 con l’ace di Guasti. Dopo il momentaneo 7-4, le padrone di casa tentano la fuga e, sul servizio vincente di Morello, si portano fino al 12-5. La prima reazione di Montecchio (13-9) è respinta dal timeout chiamato da Coach Bendandi e da due attacchi messi a terra consecutivamente da Kavalenka per il 15-9, ma le ospiti ci provano fino alla fine e, nonostante gli ace di Morello (20-14) e Piva (22-18), tornano pian piano sotto fino al 22-20. Kavalenka firma due cambi palla consecutivi e, nonostante le ospiti abbiano il merito di non mollare, alla fine la Conad riesce a portare a casa i 3 punti chiudendo il set e la partita per 25-23.

Il post-partita

“Sono molto felice per questi tre punti e voglio fare i complimenti alle ragazze – commenta a caldo Coach Simone Bendandi – che mi han fatto vedere dei miglioramenti e questo per un allenatore è sempre la cosa migliore. Dobbiamo crescere ancora nel mantenere il livello di gioco costante, perché oggi si sono viste cose molto belle sia a livello individuale che di sistema, ma il ritmo è quello che ci manca.

Dobbiamo imparare a mantenere la pressione costante perché troppo spesso fatichiamo a leggere il momento del set, ma questo è legato anche alla gioventù e va sottolineato. Non sfruttando alcune difficoltà avversarie e non anticipando alcune situazioni a volte finiamo per creare disordine nel nostro lato del campo. In questo senso per esempio abbiamo sprecato qualche free ball di troppo”.

“Sono tre punti molto importati per noi – aggiunge Julia Kavalenka –. Abbiamo fatto vedere delle cose molto belle, ma siamo calate un po’ nel secondo set, dove abbiamo commesso decisamente troppi errori. Con il prosieguo della partita abbiamo ricominciato a fare il nostro gioco e siamo riusciti a chiudere il match. C’è certamente molto da migliorare ancora però credo che alla fine abbiam fatto un buon lavoro. Dobbiamo imparare a evitare di avere troppa fretta in alcuni momenti, perché essendo una squadra giovane in quelle situazioni fatichiamo a riordinare le idee. Oggi però mentalmente siamo state brave a riprenderci da qualche passaggio a vuoto e in questo giocare davanti al nostro pubblico ha certamente aiutato”.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-1 (25-19, 23-25, 25-23, 25-23)

Ravenna: Morello 1, Piva 19, Guidi 16, Torcolacci 9, Guasti 7, Kavalenka 18, Rocchi (L); Bernabè, Assirelli, Monaco 2. N.e.: Poggi, Fontemaggi, Giovanna. All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck.

Muri 11, ace 12, battute sbagliate 11, errori ricez. 4, ricez. pos 45%, ricez. perf 10%, errori attacco 9, attacco 35%.

Montecchio: Battista 12, Mangani 12, Scacchetti 2, Bartolini 13, Brandi 6, Cagnin 20, Imperiali (L); Monaco, Covino 4, Rosso 1. N.e.: Bovo. All.: Alessio Simone. Ass.: Giacomo Antoniazzi.

Muri 10, ace 4, battute sbagliate 7, errori ricez. 12, ricez. pos 29%, ricez. perf 3%, errori attacco 14, attacco 40%.

Arbitri: Luca Cecconato e Simone Fontini.

Spettatori: 125.

La classifica

Cuore di Mamma Cutrofiano 16, Megabox Vallefoglia 14, Conad Olimpia Teodora Ravenna 12, Volley Soverato 11*, Omag San Giovanni In Marignano 10, CDA Talmassons 9, CBF Balducci HR Macerata 6, Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3*, Itas Città Fiera Martignacco 3.

*Una partita in più

Prossimo turno

Omag San Giovanni In Marignano – Conad Olimpia Teodora Ravenna, domenica 1 novembre, ore 17