Il 12 dicembre Galassi si è laureato campione italiano di tiro a segno paralimpico

Martedì 29 dicembre il sindaco Eleonora Proni e il vicesindaco e assessore allo Sport Ada Sangiorgi hanno ospitato nella Sala della Giunta comunale di Bagnacavallo Marco Galassi, trentenne di Villanova, per complimentarsi con lui per i suoi successi sportivi e augurargli un futuro pieno di nuove soddisfazioni.
Galassi era accompagnato dalla madre Prima Sardelli.

Il 12 dicembre Galassi si è laureato campione italiano di tiro a segno paralimpico ai nazionali di Roma nella categoria R3-carabina a terra; è inoltre suo il record italiano della specialità R1-carabina in piedi. Già campione italiano nel 2015 (appena due anni dopo aver cominciato a cimentarsi nel tiro a segno), Marco Galassi, sta partecipando in queste settimane alle gare di selezione per gli Europei che si terranno in Finlandia dal 16 al 23 febbraio e non è esclusa una sua partecipazione già alle Olimpiadi di Tokyo, anche se il suo vero obiettivo sono le Olimpiadi del 2024 a Parigi.
«Il tiro a segno è una disciplina che mi impegna molto – ha raccontato Galassi nel corso dell’incontro – con più allenamenti settimanali tra i poligoni di Forlì e Bologna, ma che mi dà anche molto, sia in termini di soddisfazioni sportive sia perché aiuta a scaricare la tensione della vita di tutti i giorni, è cioè particolarmente liberatoria.»
Accanto alla passione per il tiro a segno, che ha ereditato dallo zio Gianluca Sardelli, Galassi coltiva molte altre passioni, prima fra tutte la pittura.