Sereni (foto Filippo Venturi)
Sereni (foto Filippo Venturi)

Testa-Coda a Padova, Ravenna che ha bisogno di provare a fare punti anche in casa dei primi della classe

Una trasferta più che proibitiva quella per il Ravenna che oggi per il 33^ turno di campionato affronterà il Padova che sta guidando la classifica ed ha intenzione di non perdere di vista l’obbiettivo promozione.

Quel che è certo è che i giallorossi   faranno di tutto per non essere la vittima sacrificale, anzi, dalla scomodissima ultima posizione in classifica c’è solo un modo per allontanare lo spettro della retrocessione diretta: fare più punti possibili chiunque sia l’avversario. Il Ravenna arriva dopo solo due giorni di lavoro, ma con il morale rinfrancato dal punto conquistato in condizioni di emergenza a San Benedetto ed in questi allenamenti ha lavorato per migliorare la condizione dei tanti reduci dall’inattività forzata causa Covid. Il bollettino allo stato attuale segnala ancora tre giocatori in isolamento: Codromaz, Rocchi e Meli. Rientrati in gruppo ed ovviamente alla ricerca della migliore condizione Fiorani e Shiba. Torna al suo posto anche mister Colucci, che dopo tre settimane oggi ha potuto seguire la rifinitura e domani guiderà i suoi dalla panchina. Sarà a disposizione anche Esposito, che aveva saltato la trasferta contro la Samb per un problema alla schiena che sembra essere rientrato. Chi invece è costretto al forfait è Zanoni che nell’allenamento di ieri ha subito un trauma alla caviglia che viene tenuto monitorato ma che non ne consentirà l’impiego contro il Padova. Una precauzione anche nell’ottica del tour de force cui sarà costretto il Ravenna fino al termine della regular season con impegni ogni tre giorni.

Le trasferte di campionato all’Euganeo sono in perfetta parità: due vittorie per parte e tre pareggi. Ravenna che ha potuto festeggiare nella stagione 08/09 una vittoria per 3 reti a 2 decisa dal compianto Brian Filipi. Vittoria anche nell’ultimo scontro della scorsa stagione quando il Ravenna sorprese i veneti grazie alla doppietta di Manuel Nocciolini, anche in quel caso sovvertendo i pronostici della vigilia.

In sala stampa ha presentato la gara il vice di Colucci, Fabio Buscaroli: “Ogni partita per noi è talmente importante che abbiamo bisogno di fare punti contro chiunque. Sappiamo che contro la prima in classifica questo sarà molto difficile, ma non ci precludiamo nulla. Arriviamo da un buon punto in piena emergenza a San Benedetto, su un campo difficile e con una squadra che al di la dei problemi è costruita per salire. Come ho detto ai ragazzi è una prestazione che ci deve dare fiducia e consapevolezza per cercare punti contro chiunque. Anche se giochiamo contro la prima della classe.”

Direttore di gara: Simone Galipo’ (Firenze)

Assistenti: Francesco Rizzotto (Roma 2), Veronica Vettorel (Latina)

Quarto ufficiale: Emanuele Frascaro (Firenze)

Convocati

Portieri: 22 Matteo Raspa ’01, 34 Matteo Tomei’ 84, 32 Marco Albertoni 32

Difensori: 2 Alberto Alari ’91, 3 Emilio Vanacore ’99, 23 Nebil Caidi ’88, 25 William Jiday ’84, 30 Matteo Perri ’98, 31 Corentin Fiore ’95, 33 Matteo Boccaccini ’93, 4 Cristian Shiba ’01

Centrocampisti: 8 Simone Franchini ’98, 11 Marco Marozzi ’99, 27 Salvatore Papa ’90, 29 Alessio Benedetti ’90, 17 Simone Mancini ’01, 5 Marco Fiorani ’02, 26 Gianluca Esposito ’95

Attaccanti: 7 Daniele Ferretti ’86, 20 Riccardo Martignago ’91, 21 Marcello Sereni ’96