Fiorani
Fiorani

Sono solo 19 i giocatori a disposizione di Mister Colucci, in cerca della gioia della vittoria che manca dal 19 dicembre (16 partite senza successi per i giallorossi)

Continua la lotta per la salvezza del Ravenna FC che, nel 34° turno di campionato, ospita la Fermana. I marchigiani al momento veleggiano a 40 punti, godendo dei frutti del cambio di marcia portato da Cornacchini in panchina, e possono considerare la permanenza in categoria una cosa fatta. Gialloblù che hanno costruito questo traguardo con una fase difensiva solida ed arcigna che ha permesso di concretizzare al massimo il rendimento di un attacco non troppo prolifico.

Per i giallorossi, ultimi in classifica a quota 21 punti, la situazione è difficile, anche a causa delle tante assenze. Il Ravenna non vince da 16 turni consecutivi e l’ultima gioia è datata 19 dicembre.

Colucci nuovamente costretto a destreggiarsi tra le numerose assenze. La già lunga lista di indisponibili viene infatti aumentata dai forfait di Alari la cui botta al ginocchio rimediata con il Padova non è assorbita e di Perri squalificato. Fermo anche il neo arrivato Emnes per noie muscolari al flessore, situazione preventivabile vista la lunga inattività e, soprattutto, Martignago che sta pagando ancora il prezzo salato del Covid e continua ad avere difficoltà respiratorie. Torna a disposizione Papa che ha scontato il turno di squalifica e Fiore ma rimangono solo 19 gli uomini convocati per l’ennesima sfida fondamentale di questa tormentata stagione.

Se l’andamento dei risultati non può che fare preoccupare, la distanza dalle rivali per la salvezza non è incolmabile, certo i giallorossi dovranno dare fondo a tutte le energie nervose e fisiche per riuscire con un colpo di coda a trovare un risultato positivo. Le occasioni per fare punti sono sempre meno ed ogni opportunità va sfruttata per mantenere vive le speranze di mantenere la categoria.

Le parole di mister Colucci alla vigilia: “Al netto della condizione fisica che potranno avere i ragazzi che giocano la quarta partita in dieci giorni, sarà necessario mettere qualcosa di più. Dobbiamo cercare di mantenere la squadra più corta possibile per potere trovare quelle giocate che possono fare male ad un avversario che viene da risultati importanti e anche dal punto di vista psicologica va al massimo. I nostri numeri sono impietosi ed è chiaro che il morale in questo momento non è alto, però dobbiamo cercare di essere positivi e fare di tutto per aumentare l’autostima.”

CONVOCATI

Portieri: 22 Matteo Raspa ’01, 34 Matteo Tomei’ 84, 32 Marco Albertoni 32

Difensori: 23 Nebil Caidi ’88, 25 William Jiday ’84, 33 Matteo Boccaccini ’93, 4 Cristian Shiba ’01, 6 Martino Cesprini ’02, 19 Antonio Stellacci ’02, 31 Corentin Fiore ’95

Centrocampisti: 11 Marco Marozzi ’99, 29 Alessio Benedetti ’90, 17 Simone Mancini ’01, 5 Marco Fiorani ’02, 26 Gianluca Esposito ’95, 13 Matteo Prati ’03, 27 Salvatore Papa ’90

Attaccanti: 7 Daniele Ferretti ’86, 21 Marcello Sereni ’96