Il 3-3 contro il Sassuolo ha permesso ai faentini di chiudere la stagione a 8 punti

Il Tennis Club Faenza anche il prossimo anno prenderà parte alla serie B2 maschile. Il 3-3 casalingo conto lo Sporting Club Sassuolo ha permesso ai manfredi di chiudere l’avventura al terzo posto finale nel girone, che significa permanenza in categoria senza dover passare dalla lotteria dei playout. Il pareggio col team modenese (classificatosi secondo e qualificatosi ai playoff), è arrivato dopo incontri tiratissimi e qualche colpo di scena. Dopo la vittoria di Edoardo Pompei su Filippo Bettini (6-1 e 7-5) le cose sembravano mettersi bene per i faentini, dato che anche Roberto Zanchini sembrava sulla strada per portare a casa il secondo punto. Dopo avergli annullato 2 match-point, però, Federico Bondioli ha prevalso (5-7, 7-6 e 6-3), riportando in pareggio la situazione. A seguire Sassuolo, con le vittorie di Michele Vianello su Noah Perfetti (6-4 e 6-3) e di Mattia Ricci su Leonardo Fabbri (7-5 e 6-4), ha ipotecato la vittoria, portandosi sul 3-1. A quel punto solo una doppia vittoria nei due doppi poteva evitare ai faentini i rischiosi playout. E le vittorie di Perfetti-Fabbri su Bettini-Tincani (6-1 e 7-5), ma soprattutto quella di Pompei-Zanchini su Vianello-Bondioli (3-6, 6-2 e 10-8) hanno scongiurato questa eventualità. Il 10-8 al tie-break del terzo set ha racchiuso l’equilibrio e le insidie di un girone difficilissimo, culminato nel team faentino con un bel brindisi finale per il risultato ottenuto.

“Per una squadra neopromossa, che mette in campo esclusivamente giocatori espressione del proprio vivaio, questo risultato può definirsi un grande successo”, afferma il presidente del Tennis Club Faenza, Giancarlo Sabbatani. “Il girone era molto difficile, e un paio di incidenti di percorso hanno complicato ulteriormente la situazione. Siamo arrivati al terzo posto alle spalle di due squadre come lo Zavaglia Ravenna e lo Sporting Sassuolo, che avevano fortemente investito nella promozione, ingaggiando anche giocatori stranieri. E averlo raggiunto con la squadra dello scorso anno, con l’inserimento di un ragazzo del vivaio come Leonardo Fabbri, è un ulteriore motivo di orgoglio. Ringrazio il capitano Enrico Casadei e tutti i ragazzi. Questo è un primo passo. Ora vogliamo far sì che la nostra squadra possa consolidarsi in questa categoria”, conclude Sabbatani.

La classifica finale del girone:

  • Ct Zavaglia Ravenna 18
  • Sporting Club Sassuolo 10
  • Tc Faenza 8
  • Tc Matelica 7
  • At Villafranca di Verona 7
  • Ct Massa Lombarda
  • Club La Meridiana Casinalbo 4.

I verdetti recitano: Ravenna promossa in serie B1, Sassuolo ai playoff, Matelica e Villafranca ai playout e Massa Lombarda e Casinalbo retrocesse in serie C1.