Diana risponde dopo due minuti al vantaggio del solito Saporetti, ma secondo i giallorossi la società ospite ha inserito in distinta e schierato un calciatore non regolarmente tesserato al momento della sospensione della gara

Il Ravenna non trova la quinta vittoria consecutiva e si infrange contro il muro eretto dagli ospiti toscani del Seravezza Pozzi, ma al termine della partita la società giallorossa comunica di avere inviato un preavviso di reclamo al Giudice Sportivo in merito all’omologazione del risultato della partita, in quanto, sostiene il Ravenna, la società ospite ha inserito in distinta e schierato nel corso della gara stessa un calciatore (Fantini) non regolarmente tesserato al momento della sospensione della gara. Il match era infatti stato sospeso per impraticabilità del campo il 26 settembre scorso.

Per quanto riguarda il campo, invece, la gara del Benelli termina 1-1, con il vantaggio di Saporetti, nuovo capocannoniere del girone, ripreso dopo solo due minuti da Diana.

La partita

Partita ostica per il Ravenna il recupero della seconda di campionato con il Seravezza Pozzi, i toscani arrivano al Benelli forti di un ruolino di marcia importante fatto da tre vittorie consecutive e la determinazione di volere continuare la striscia positiva. Gli ospiti partono subito aggressivi ma è, come di consueto, il Ravenna che tiene in mano il pallino del gioco. La manovra giallorossa si sviluppa su linee orizzontali e, pur non concedendo praticamente nulla agli avversari, si infrange sistematicamente a ridosso dell’area avversaria con il Seravezza che tiene praticamente tutta la squadra dietro la linea del pallone. Nella prima frazione ci provano Saporetti e Calì, i due top scorer giallorossi a cercare la porta da fuori area ma con poca fortuna.

Nella ripresa il copione non cambia, con gli ospiti che sembrano giocare con il cronometro per portare a casa un prezioso punto al Benelli. Dossena prova a rivitalizzare la manovra con gli ingressi di Spinosa e Ambrosini, ma la partita rimane bloccata. L’equilibrio si infrange al 84’ quando Guidone viene atterrato al limite dell’area, sulla punizione si presenta lo specialista Ambrosini che calcia un sinistro velenoso che rimbalza davanti a Lagomarsini che non trattiene. Il più lesto di tutti è Saporetti che oltre al gol si prende il momentaneo titolo di capocannoniere del girone. La vittoria sembra cosa fatta, ma dopo solo due minuti su una punizione laterale Diana svetta di testa e trasforma in oro l’unica occasione concessa al Seravezza, regalando un punto agli ospiti ai quali va il merito di avere giocato una gara difensiva di spessore.

Il risultato ora passa per le mani del giudice sportivo, al momento il Ravenna si attesta al secondo posto a -5 dalla vetta e si prepara alla trasferta di domenica in casa dell’Alcione Milano.

Il tabellino

Ravenna Football Club 1913 – Seravezza Pozzi 1-1

Ravenna Football Club 1913: Botti, Nagy, Antonini Lui, Lussignoli (7′ st Spinosa), Calì, Saporetti, Guidone, Prati, Macrì (15′ st Ambrosini), Haruna, Grazioli. A disp.: Salvatori, De Angelis, Crispino, Ceccuzzi, Mascanzoni, Sylla. All.: Andrea Dossena.

Seravezza Pozzi: Lagomarsini, Cavalli, Magistrelli (33′ st Fantini ), Bortoletti, Benedetti, Saporiti, Vietina, Maccabruni, Diana, Chella (35′ pt Bedini, 21′ st Marchini), Da Pozzo. A disp.: Ontario, Bresciani, Vignozzi, Mencino, Turco, Stefanski. All.: Alberto Ruvo.

Reti: 39′ st Saporetti, 41′ st Diana.

Note: Ammoniti: Nagy, Grazioli, Saporetti, Haruna.