Ravenna Fc a Carpi

Giallorossi sempre in vantaggio vengono rimontati dopo il rosso a Guidone

Partita pirotecnica a Carpi, Ravenna trascinato dalla tripletta di Saporetti comanda per oltre sessanta minuti regalando giocate e reti, per poi subire la rimonta del Carpi nei minuti finali. Ravenna che si presenta con qualche novità nell’undici iniziale: Salvatori sostituisce un febbricitante Botti tra i pali e Crocchianti subentra all’ultimo a Polvani che ha lamentato noie muscolari nel riscaldamento. Esordio dal primo minuto anche per l’ultimo acquisto Podestà. Neanche il tempo di partire ed il Ravenna passa subito, Guidone lanciato dietro la linea difensiva da Calì anticipa Ferretti in rete. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e già al 7’ Villanova lascia partire un diagonale dal limite che si insacca a fil di palo. Il Ravenna non demorde e continua a pressare alto e guidare le redini del gioco, il nuovo vantaggio non si fa attendere: azione insistita di Saporetti il cui tiro viene ribattuto, la palla arriva a Podestà che cerca di nuovo Saporetti che all’interno dell’area non perdona. I biancorossi si riversano in attacco e sugli sviluppi di un corner trovano un nuovo pareggio con Bogarello, il più rapido di tutti a concludere in area. La partita non lascia un attimo di respiro, passano pochi secondi e Saporetti arriva nuovamente in area e fulmina Ferretti per il nuovo vantaggio giallorosso. Il gol galvanizza il Ravenna che non toglie il piede dall’acceleratore e passa nuovamente al 42’ gran lavoro di Guidone e cross al bacio sul secondo palo per l’incornata vincente di Podestà, giallorossi che vanno al riposo con il doppio vantaggio.

In avvio di ripresa il tecnico biancorosso prova a cambiare qualche pedina, inserendo Serrotti e Raffini, ma è nuovamente Saporetti a sfiorare la tripletta dopo una pregevole combinazione in velocità con Haruna, la conclusione è però alta. Più preciso invece proprio Raffini che aveva già segnato in coppa Italia ed al 63’ trova il più classico dei gol degli ex, con un colpo di testa sul secondo palo, dimezzando lo svantaggio. Le emozioni però nel pomeriggio del Cabassi non sono finite e ci pensa ancora Saporetti a tirare fuori dal cilindro una magia che vale la tripletta personale, controllo e conclusione all’incrocio che dopo una manciata di secondi riporta a due le reti di vantaggio per il Ravenna. L’Athletic Carpi però è vivo ed inizia a spingere spostando dalla sua l’inerzia della gara. La speranza per i padroni di casa arriva con Sivilla che al 69’ trova in mischia la rete del 4-5. Il Ravenna adesso fa fatica a controllare e le occasioni fioccano, ci vogliono almeno tre interventi decisivi di Salvatori per impedire il pareggio ai padroni di casa. Nuovo colpo di scena al minuto 87’, entrata decisa di Guidone che, già ammonito in precedenza per proteste, rimedia il secondo giallo. Sugli sviluppi della punizione il pallone arriva al limite dell’area a Lordkipanidze, che lascia partire un tiro a fil di palo che vale il 5 pari. L’Athletic Carpi vola sull’entusiasmo e nel recupero cerca la vittoria, ma è di nuovo Saporetti che in fuga solitaria al 92’ sfiora la rete del 5-6. Ravenna che esce dal Cabassi con qualche rammarico per avere dominato la gara per due terzi e che dovrà soprattutto riflettere sulla gestione del doppio vantaggio anche se va dato onore all’Athletic Carpi, ottima squadra, di non avere mai mollato. Prima tripletta in giallorosso per Saporetti che si riappropria temporaneamente del titolo di capocannoniere del girone, spodestando Merlonghi della Sammaurese, la sfida tra bomber riprenderà proprio al Benelli domenica alle 14,30.

TABELLINO:

Athletic Carpi – Ravenna Football Club 1913: 5-5

Serie D – Girone D – 15^ Giornata 21-22

Athletic Carpi: Ferretti, Uni, Calanca (1′ st Serrotti), Borgarello (34′ st Ghizzardi), Aldrovandi, Boccaccini, Sivilla (39′ st Walker), Lordkipanidze, Carrasco (10′ st Raffini), Villanova, Muro (1′ st Montebugnoli). A disp.: Ballato, Tosi, Bruno, Mignani. All.: Claudio Gallicchio.

Ravenna Football Club 1913: Salvatori, Antonini Lui, Crocchianti, Lussignoli (14′ st Spinosa), Saporetti, Podestà (29′ st Ceccuzzi), Calì, Grazioli (33′ st Ercolani), Guidone, Haruna, Prati. A disp.: Antonini, Angelini, Crispino, Polvani, Mascanzoni, Nagy. All.: Andrea Dossena.

Reti: 22′ pt Saporetti, 3′ pt Guidone, 32′ pt Borgarello, 34′ pt Saporetti, 43′ pt Podestà, 18′ st Raffini, 19′ st Saporetti, 24′ st Sivilla , 7′ pt Villanova, 44′ st Lordkipanidze.

Note: Ammoniti: Muro, Guidone. Espulsi: Guidone al 42′ st. per doppia ammonizione