VOLLEY PALLAVOLO - Consar RCM Ravenna – Vero Volley Monza 1-3

Goi e compagni in trasferta sul parquet brianzolo (si gioca domani alle 18) contro il Vero Volley. Previsto il rientro di Vukasinovic

la Lube, per la Consar Rcm è già tempo di scendere in campo. Domani a Monza (si gioca alle 18, diretta Volleyball World tv) si disputa il recupero della quarta giornata del girone di ritorno del campionato di SuperLega Credem Banca. Obiettivi differenti caratterizzano l’approccio a questa partita delle due squadre. Se il Vero Volley, semifinalista dello scorso campionato, fin qui con un cammino in perfetto equilibrio tra vittorie e sconfitte (10), cerca punti per provare a chiudere la regular season al quinto posto in classifica, la Consar Rcm insegue la possibilità di disputare un’altra partita dignitosa, magari trovando buone indicazioni nei giocatori più giovani del suo organico come è accaduto domenica contro la Lube.

A cominciare da Comparoni, ex di turno in questa partita, che nel match con i campioni d’Italia si è esaltato a muro. “Anche domenica abbiamo dimostrato che quando giochiamo contro squadre di livello molto superiore al nostro – dice il 20enne centrale in prestito dal Monza – riusciamo a giocare una buona pallavolo, anche se poi è difficile imporsi in ogni caso, mentre quando affrontiamo squadre più abbordabili non riusciamo a finalizzare come vorremmo. Visto il buon livello di Monza speriamo di ripeterci con una bella prestazione”.

E su questo tasto insiste coach Zanini dopo avere già stimolato la squadra nei giorni scorsi a sfruttare queste ultime partite di stagione per ritagliarsi gloria, vetrina e attenzione, oltre a crescere il proprio tasso di esperienza.

“Contro la Lube ho visto il giusto temperamento e atteggiamento – spiega l’allenatore della Consar Rcm – ed è ovvio che gare di questo tipo, anche con questa semplicità tattica e con questa efficacia tecnica sarebbe stato meglio farle anche in altre circostanze. Partite come quella di domenica e come questa di domani a Monza restano una grande opportunità di crescita per questi ragazzi”.Ancora assenti Peslac, Erati e Fusaro, potrebbe rientrare in squadra Vukasinocvic, che ha smaltito la leggera distorsione rimediata mercoledì scorso contro Padova. Decisivo sarà l’allenamento di rifinitura. Volontà del tecnico è di dare ancora più spazio ai giocatori più giovani dell’organico. “Sicuramente questo sarà uno degli obiettivi da qui a fine stagione anche per restare in linea con le volontà della società e per aiutare a costruire quello che sarà il futuro di questi ragazzi e quindi dargli delle opportunità. Al momento sono giocatori che non hanno le capacità fisiche e tecniche per tenere un’intensità di questo tipo per un lungo periodo di tempo ma è giusto dare loro l’opportunità di trovare questa intensità”.