Un momento della conferenza stampa di Musetti

Vittoria contro Bedene. “Non sono qui da vincitore di Amburgo, gioco punto per punto…”. Il tennista di Carrara è “di casa” in Romagna

Debutto vincente per Lorenzo Musetti all’Atp 250 di Umago. Sulla terra rossa del Goran Ivanišević Stadion il tennista di Carrara, testa di serie numero 8, ha superato nella serata di martedì Aljaz Bedene 6-2 3-6 6-1. Lo sloveno dopo l’incontro ha salutato per l’ultima volta, tra gli applausi, il pubblico del torneo.

Il match è stato combattuto, con un avversario comunque solido, affrontato dall’italiano, balzato al 31° posto della calssifica dopo la vittoria in Germania su Alcaraz, con la giusta consapevolezza. “Non sono entrato in campo da vincitore di Amburgo… La mia prospettiva non è cambiata: per vincere serve giocare ogni punto, con chiunque. E’ questo che ho imparato da quel torneo e anche oggi”.

Ora il suo cammino potrebbe incrociarsi ancora una volta con Carlos Alcaraz ( numero 5 al mondo), un next gen già protagonista del circuito:”vedremo. Siamo amici e ci rispettiamo l’un l’altro”. Ma il prossimo match sarà con Cecchinato, un altro amico; anche in questo caso Musetti entrerà in campo, non dando “niente per scontato, il ranking non conta quasi nulla. Con Marco abbiamo riso del possibile incontro e mi fa piacere stia bene fisicamente”.

Musetti è peraltro molto conosciuto anche dagli appassionati romagnoli ed è “di casa”: a giugno ha vinto, per la seconda volta in carriera, il Challenger di Forlì, che gli ha permesso di guadagnare punti preziosi.

Il programma degli ottavi di finale prevede oggi l’atteso debutto di Jannik Sinner, non prima delle 20 sul campo centrale, contro lo spagnolo Jaume Munar. Occhi puntati anche sul danese Holger Rune, che incontrerà Zapata Miralles. Si preannuncia poi molto interessante la sfida tra Giulio Zeppieri e il colombiano Galan, che nel primo turno ha battuto Fognini (Grandstand, dalle 16). Il ventenne romano, proveniente dalle qualificazioni, ha vinto contro Cachin la sua prima partita Atp, così come ha fatto Franco Agamenone contro Djere. Il gruppo tricolore in Croazia continua a dare buona prova di sé, anche perché Fabio Fognini, con Simone Bolelli, è ancora in corsa nel doppio: negli ottavi la coppia ha superato in due set Carballes-Baena e Etcheverry.

Partite in diretta su Sky e Supertennis. (Marco Montruccoli)