Dopo una prima parte di gara dove i giallorossi hanno condotto le operazioni, il break ospite nel terzo ha indirizzato la partita, nonostante la rimonta e il cuore dei ragazzi di Lotesoriere

Riscattare la prova di mercoledì a Rimini, evitare infortuni, giocare per i propri tifosi: questo doveva fare l’OraSì Ravenna nella terza partita di Supercoppa e questo ha fatto, al cospetto di una Tramec Cento che passa 68-73 e chiude il girone rosso a punteggio pieno.  
Dopo una prima parte di gara dove i giallorossi hanno condotto le operazioni, il break ospite nel terzo ha indirizzato la partita, nonostante la rimonta e il cuore dei ragazzi di Lotesoriere.  
Si è giocato in un PalaCosta caldo e sotto gli occhi di Wendell Lewis, il centro statunitense arrivato a Ravenna nel pomeriggio di ieri, applaudito durante la presentazione e che ha sostenuto i suoi compagni da dietro la panchina.

La partita
Quintetto rodato per l’OraSì di questa preseason con Anthony, Musso, Bonacini, Petrovic, Onojaife, per Cento l’ex Marks, Zampini, Toscano, Archie e Berti. Ravenna ha un buon l’approccio, è aggressiva fin dalla palla a due e si porta avanti con la tripla di Bonacini e i canestri di Musso e Onojaife (schiacciata); dall’altra parte tre falli e tre palle perse in pochi minuti fanno arrabbiare coach Mecacci che chiama timeout. Ravenna sale 13-4, iniziano le prime rotazioni anche per coach Lotesoriere, Cento accorcia dalla lunetta poi Bocconcelli dall’arco chiude i primi dieci minuti sul 17-11.
Il gioco da tre punti di Giordano apre il secondo quarto, Lotesoriere dosa il minutaggio dei suoi tenendo seduti oltre cinque minuti Petrovic e Anthony. Lo stesso Petrovic prima mette il canestro del 32-24 poi, dopo un parziale degli ospiti, firma la tripla del 35-31 con cui si va all’intervallo lungo.

Ad inizio terzo quarto Cento si avvicina e passa in vantaggio, risponde subito Bocconcelli dall’arco (40-38). Berti diventa l’uomo del momento con sei punti consecutivi che lanciano gli ospiti (42-51), Giordano e Musso accorciano le distanze poi Toscano realizza il 47-55 allo scadere del periodo.
È ancora Nicola Giordano ad accendere il PalaCosta ad inizio ultimo quarto, prima con un “2+1” poi, dopo il caparbio canestro di Calvi, con una palla recuperata e trasformata nel 54-56. Ravenna ci prova ma il controsorpasso non arriva, arrivano invece, in serie, le triple di Tomassini e Zampini che ridanno 8 lunghezze agli ospiti, timeout Lotesoriere.
L’OraSì ha un cuore grande e con Petrovic e Musso torna a -2 a tre minuti dalla fine e questa volta è coach Mecacci a chiamare la sospensione. I liberi di un incontenibile Berti (19 punti e 12 rimbalzi con il 100% dal campo) tengono avanti Cento, Ravenna riesce a ricucire ancora fino al -3 ma non basta. Finisce 68-73, Cento va ai quarti di finale di Supercoppa ma ancora una volta il PalaCosta applaude la prova convincente dei leoni giallorossi.

Il commento di coach Alessandro Lotesoriere: “Un altro buon test di precampionato. Abbiamo pensato ad onorare la manifestazione e a non farci male, queste partite ci mettono un po’ in difficoltà dal punto di vista della programmazione. Sono contento dei ragazzi perché stanno lavorando bene, hanno entusiasmo e anche stasera credo abbiano offerto un buono spettacolo, impegnandosi a fondo. Da lunedì saremo al completo e potremo pensare finalmente al lavoro di squadra“.

Il tabellino
OraSì Ravenna-Tramec Cento 68-73 (17-11, 35-31, 47-55)
OraSì Ravenna: Anthony 14, Giordano 13, Musso 9, Bartoli 2, Bocconcelli 6, Calvi 4, Onojaife 4, Galletti ne, Giovannelli, Petrovic 11, Laghi ne, Bonacini 5. All.: Lotesoriere. Assistenti: Villani, Piastra.
Tramec Cento: Zilli ne, Marks 6, Tomassini 14, Baldinotti ne, Kuuba 6, Ulaneo, Toscano 3, Zampini 12, Berti 19, Archie 11, Moreno 2. All.: Mecacci.