Il muro ravennate impegnato ieri sera contro i lupi di Santa Croce

La giovanissima squadra di coach Bonitta parte male nei primi due set, recupera ma poi subisce la solidità e l’esperienza dei Lupi di Santa Croce

Alla Consar Rcm non basta la grinta mostrata nel terzo e nel quarto set per superare i Lupi di Santa Croce che portano via i primi tre punti al PalaCosta nella giornata inaugurale del campionato di A2 Legavolley. Del resto, era prevedibile che una squadra così giovane pagasse lo scotto del debutto in campionato e buone indicazioni, a tratti, sono giunte dal rendimento di Bovolenta, Pinali e Comparoni così come dalla lucida regia di Coscione mentre in ricezione, con Goi in buona forma, resta da migliorare il rendimento di Orioli costantemente “cercato” dalla battuta avversaria; battuta insufficiente nei primi due se in casa ravennate ma poi migliorata nel terzo e nel quarto parziale.

La cronaca del match

Bonitta parte con Coscione in regia, Bovolenta opposto, Comparoni e Arasomwan al centro, Orioli e Pinali schiacciatori e Goi libero. Mastrangelo risponde con la diagonale Acquarone-Motzo, Vigil Gonzalez e Andrea Truocchio al centro, Maiocchi e Hanzic in attacco, con Morgese libero. Curioso il derby in famiglia Truocchio tra i due fratelli Ranieri (Ravenna) e Andrea (Santa Croce).

Partenza contratta della Consar Rcm, ne approfittano i Lupi per prendere un margine di vantaggio di tre punti (1-4) che sale a 5 quando Hanzic infila il lungolinea (4-9). Motzo firma punti con regolarità e il divario tra le due squadre aumenta progressivamente fino al 14-25 finale.

Ravenna si scioglie nel secondo set, rientra in campo più decisa e più incisiva. Va subito in vantaggio con due punti di Arasomwan, subisce la rimonta della Kemas, che si porta sul +3 (7-10), ritrova la parità a quota 10 ma poi si ritrova sotto di 3. Bovolenta e Pinali provano a riportare sotto la Consar Rcm ma la spinta romagnola si ferma sul 18-20. La Kemas rinserra le fila e chiude il set.

Getta tutta la rabbia che ha in corpo Ravenna nel terzo set, nel quale Goi e compagni prendono il primo vantaggio corposo (5-2) e poi resistono al tentativo di recupero della Kemas Lamipel. Un errore ospite firma il +4 per Ravenna (16-12). Due muri di Coscione e Bovolenta chiudono il set a favore della Consar Rcm, salita decisamente in attacco (59%) con Bovolenta che lascia il segno con 7 punti e un 75%.

La Kemas Lamipel schizza sul 3-6 nel quarto set, ma un doppio Pinali (attacco e ace) porta il punteggio sul 7 pari e un errore ospite segna il vantaggio ravennate (8-7). Equilibrio fino al 12 pari poi un break di 4 punti della Kemas Lamipel viene neutralizzato immediatamente con un analogo controbreak, grazie a un gran punto di Bovolenta e a due ace di Mancini. L’intenso punto a punto finale premia la Kemas Lamipel, che conquista i primi tre punti della sua stagione, con le ultime due conclusioni vincenti di Motzo.

Il post partita

“Nel primo set e mezzo sembravamo ibernati – ha detto il coach Bonitta a fine gara – e questo è lo scotto da pagare alla gioventù e ai tanti esordienti che abbiamo. Poi dalla metà del secondo set la squadra si è scrollata di dosso i timori, ha giocato una buona pallavolo, ha trovato alcune valide soluzioni di gioco e alla fine abbiamo commesso alcune ingenuità ed errori che giocatori e squadre forti come Santa Croce non ti perdonano. Nei finali di partita dobbiamo imparare a essere più lucidi”.

Il tabellino

Ravenna-Santa Croce 1-3 (14-25, 20-25, 25-20, 23-25)

CONSAR RCM RAVENNA: Coscione 2, Bovolenta 18, Comparoni 6, Arasomwan 6, Orioli 6, Pinali 9, Goi (lib.), Pol 2, Mancini 2, R. Truocchio. Ne: Chiella, Orto, Ceban, Tomassini. All.: Bonitta.
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone, Motzo 19, Vigil Gonzalez 10, A. Truocchio 7, Maiocchi 13, Hanzic 11, Morgese (lib.), Arguelles Sanchez, Colli 1, Compagnoni. Ne: Favaro, Loreti (lib.), Giovannetti. All.: Mastrangelo.
ARBITRI: Nava di Monza e Santoro di Varese.
NOTE: Durata set: 25’, 28’, 28’, 28’ totale: 109’. Ravenna (6 bv, 19 bs, 9 muri, 15 errori, 38% attacco, 58% ricez., 33% perf.), Santa Croce (5 bv, 20 bs, 7 muri, 11 errori, 48% attacco, 53% ricez. 28% perf.). Spettatori 528.

Prossimo turno

La Consar Rcm sarà nuovamente in campo domenica prossima nella impegnativa trasferta di Castellana Grotte in terra pugliese con una squadra partita bene e reduce dalla vittoria con il Grottazzolina per 3 set a 2.