Riccardo Goi, capitano e bandiera della Consar Rcm

Al Palasport della città piemontese, alle 20, torna il fascino della partita coi padroni di casa, nel ricordo di tanti match disputati nel massimo campionato negli anni Novanta e nel primo decennio del Duemila

Torna il fascino della sfida tra due città come Ravenna e Cuneo che, in un periodo che abbraccia gli anni Novanta e il primo decennio del Duemila, hanno vissuto lunghi momenti di gloria ed hanno festeggiato numerosi trofei. Si tratta, però, anche di una partita calata nel presente di due nuove realtà che puntano a riguadagnare le luci della grande ribalta. Si inquadra anche così, il match tra Bam Acqua San Bernardo Cuneo e Consar Rcm Ravenna, in programma oggi, sabato 29 ottobre, al Palasport di Cuneo, alle 20, in uno dei tre anticipi della quinta giornata d’andata del campionato di volley maschile di serie A2. L’ultima sfida tra le due squadre risale alla stagione 2013/2014.

Ravenna, partita nel pomeriggio di ieri, venerdì 28 ottobre, alla volta della città piemontese, col conforto del recupero di Roberto Pinali, in graduatoria ha quattro punti, per effetto delle due vittorie ottenute al tie-break, una domenica 16 ottobre, a Castellana Grotte, e una domenica 23 ottobre, in casa, contro l’Hrk Motta. Cuneo, invece, ha un punto in più in classifica, avendo vinto le due gare in casa, di cui una al quinto set, domenica 23 ottobre, contro Lagonegro, dove va a punti consecutivamente da undici partite, dopo lo 0-3 patito maturato domenica 28 novembre del 2021, contro Bergamo.

In merito alla partita in programma oggi, sabato 29 ottobre, in terra piemontese, si è così espresso Marco Bonitta, coach della Consar Rcm: “Come con Motta, anche questa è una partita con una squadra della nostra fascia, ma di fascia alta. Anche Cuneo ha avuto le sue problematiche in questo inizio, ma ha giocatori di esperienza che, in una partita, possono fare molto bene, e sono in grado di fare la differenza. L’affrontiamo con il giusto spirito e con la consapevolezza delle nostre potenzialità in aumento, derivate dalle due vittorie ottenute in una settimana, e dalla presa di coscienza dei nostri pregi e dei nostri limiti, sui quali stiamo lavorando. La squadra ha capito che deve lavorare in allenamento in una certa maniera, per poi produrre, in partita, quello che viene fatto ogni giorno in palestra. Andiamo a Cuneo fiduciosi. Il rientro di Roberto, poi, ci aiuta sicuramente, e ci permette di aggiungere un valore in più e di dare più forza al nostro gioco d’attacco”, ha concluso l’allenatore dei bizantini.

Gara speciale, invece, per Manuel Coscione, che a Cuneo è nato e cresciuto, e nel club cuneese ha iniziato il suo percorso pallavolistico, militando, complessivamente, in tre momenti diversi della sua carriera, per nove stagioni totali, e vincendo, tra l’altro, anche due coppe Italia ed una coppa Cev. In merito alla sfida di stasera, l’alzatore giallorosso ha così dichiarato: “Cuneo è casa mia, quel palazzetto lo sento davvero come una parte di casa, e mi piace proprio giocare lì. Ed è ovvio che c’è sempre emozione e piacere tornare a Cuneo, dove so che mi aspetteranno amici e familiari. Poi, però, dovrò pensare alla partita. Ci attende un avversario sulla carta molto forte, che ha faticato un po’ in questo inizio, ma ha individualità di livello e ha qualità per stare in alto. Dovremo cercare di sviluppare al meglio la nostra pallavolo, il nostro livello di gioco, che vogliamo far crescere, ma dovremo avere anche un atteggiamento spavaldo, spensierato e senza timori. La pressione della partita è sulle spalle di Cuneo, noi dovremo giocare con tranquillità, senza assilli, e divertirci”, ha concluso il giocatore ravennate.

Il match in programma nella serata di oggi, sabato 29 ottobre, nel palazzetto dello sport di Cuneo, sarà arbitrato da Selmi, di Modena, e da Scotti, di Cremona, con la gara che potrà essere seguita, in diretta, sul sito web volleyballworld.tv.