I giallorossi sprecano diverse occasioni per pareggiare la partita e devono cedere 76-82

Non basta una rimonta di cuore e voglia all’OraSì Ravenna che cede solo nel finale per 76-82 alla corazzata Apu Old Wild West Udine. Dopo un avvio da dimenticare, dove i giallorossi sbagliano molti tiri facili e concedono troppi contropiedi agli avversari, la squadra di Coach Lotesoriere recupera punto su punto grazie all’ottima difesa e al buon lavoro a rimbalzo. Nel quarto periodo i padroni di casa sprecano svariate occasioni per il pareggio e la rimonta si ferma al -1, con Udine che chiude la partita grazie al talento dei propri due esterni americani, alla fine migliori realizzatori della gara (26 punti per Briscoe e 20 per Sherill).

Per Ravenna non basta la doppia doppia di Lewis (18 punti e 12 rimbalzi) e l’ottima serata di Petrovic (16 conj 4/7 da 3 punti). Doppia cifra anche per Anthony (15) e Bonacini (10).

La partita

Alla palla a due Coach Lotesoriere conferma il quintetto con capitan Musso, Anthony, Bonacini, Petrovic e Lewis. L’avvio è però tutto per gli ospiti, che puniscono con canestri facili in contropiede le basse percentuali al tiro dell’OraSì. Udine si porta subito avanti 2-12 e, nonostante la tripla di Petrovic (9-17) che sblocca i giallorossi, allunga fino al 9-23 di fine primo quarto.

Il secondo parziale si apre con il canestro e fallo di Lewis (12-23), ma la tripla di Sherrill rilancia l’allungo ospite e il canestro di Esposito vale il massimo vantaggio friulano sul 22-39. La bomba di Bocconcelli risveglia Ravenna e i padroni di casa tornano a -10 (33-43) con Lewis. Il centro USA è il miglior realizzatore giallorosso dei primi 20’ e il suo 14esimo punto vale la singola cifra di distacco (36-45), con le squadre che tornano poi negli spogliatoi sul 36-47.

Al rientro dall’intervallo lungo la tripla di Petrovic lancia l’OraSì sul 39-47, ma Udine respinge l’assalto con 4 punti di Sherrill (39-51). Ravenna resta a galla con ottime difese e torna a -7 con la tripla di Bonacini e un canestro di Anthony per il 47-54. Gli ospiti provano ancora ad allungare (47-59), ma i giallorossi non mollano con la tripla di Anthony per il 54-63 e chiudono il quarto sul 58-66.

L’ultimo periodo si apre all’insegna delle difese, ma è l’OraSì a trovare il primo squillo per il 60-66. I giallorossi sprecano diverse occasioni, ma alla fine tornano a un possesso di distacco con la tripla di Musso per il 66-69. Nel possesso successivo Ravenna sbaglia due tiri aperti per il pareggio, ma trova il -1 più avanti con la bomba di Petrovic (70-71). Udine reagisce con un super assist di Sherrill per Gaspardo e nel finale lo stesso Sherrill mette la tripla che chiude sostanzialmente la gara sul 72-78. L’OraSì ci prova fino alla fine ma deve cedere per 76-82.

Il post-partita

“Oggi abbiamo fatto una prestazione notevole  – commenta Coach Lotesoriere –, vincendo tre quarti contro una squdra come Udine. Abbiamo disputato un’ottima battaglia a rimbalzo e li abbiamo tenuti a solo trentasei punti nel secondo tempo. Dopo un approccio difficile dove abbiamo sbagliato alcune cose dando a Udine l’opportunità di attaccarci quando eravamo sbilanciati, i ragazzi hanno avuto una bella reazione, già nella seconda parte del primo quarto quando abbiamo solo sbagliato qualche tiro aperto.

L’atteggiamento è stato di nuovo quello giusto e adesso, dopo un episodio che non ci è piaciuto a Chiusi, al quale i ragazzi hanno risposto sul campo, vogliamo dare continuità a questo lavoro, soprattutto quello fatto nella metà campo difensiva. Purtroppo Udine è una squadra di livello superiore e giocare trentacinque minuti al loro livello non basta. C’è il rammarico di aver sbagliato tante volte il tiro del pareggio, ma non posso che fare i complimenti ai ragazzi”.

Il tabellino

OraSì Basket Ravenna – Apu Old Wild West Udine 76-82 (9-23, 36-47, 58-66)

Ravenna: Anthony 15, Giordano, Musso 5, Bartoli 9, Bocconcelli 3, Onojaife ne, Petrovic 16, Laghi ne, Allegri ne, Bonacini 10, Lewis 18. All.: Alessandro Lotesoriere. Ass.: Giovanni Piastra, Roberto Villani.

Udine: Mussini ne, Palumbo, Mian 4, Antonutti ne, Gaspardo 12, Cusin, Briscoe 26, Fantoma 7, Esposito 11, Pellegrino 2, Sherrill 20. All.: Matteo Boniciolli. Ass.: Carlo Finetti, Gabriele Grazzini.

Arbitri: Valerio Salustri di Roma, Luca Bartolini di Fano (PU) e Francesco Cassina di Desio (MB).