83-69 il punteggio finale con i bolognesi trascinati da un super Fantinelli da tripla doppia

Ottima prestazione per l’OraSì Ravenna sul proibitivo campo del Paladozza di Bologna, dove però è la Fortitudo ad avere la meglio per 83-69, grazie a un super parziale di 46-25 nel secondo tempo. I giallorossi disputano un grande primo tempo, in cui difendono bene e segnano da dietro l’arco con costanza. Nella ripresa, però, esce tutta la fisicità della squadra di casa, trascinata dal proprio pubblico, che ribalta la gara anche grazie ai tanti rimbalzi d’attacco e alla regia di un Fantinelli da tripla doppia (13 punti, 13 rimbalzi e 10 assist). Per l’OraSì non bastano i 15 punti (5 triple con 6 rimbalzi e 4 assist) di Capitan Musso e la doppia cifra di Lewis (14) e Bonacini (11).

La partita

Alla palla a due Coach Lotesoriere conferma il quintetto con capitan Musso, Anthony, Bonacini, Petrovic e Lewis. La tripla di Anthony apre la gara, che comincia bene per Ravenna (0-7). La reazione dei padroni di casa è targata Fantinelli e, dopo la tripla di Bonacini per il 6-10, la Fortitudo piazza un parziale di 8-0 che le vale il vantaggio 14-10. Capitan Musso suona la carica con due triple, poi da dietro l’arco segna anche Petrovic, che in contropiede allunga il parziale a 0-11 segnando il 14-23. Il quarto si chiude con la terza tripla di Musso, la sesta dell’OraSì, per il 16-26.

In apertura di secondo periodo le triple di Giordano e Bartoli regalano per due volte il massimo vantaggio di +13 a Ravenna, 18-31 prima e 22-35 poi, ma i padroni di casa reagiscono grazie all’impatto del pubblico e al grande lavoro a rimbalzo d’attacco. La tripla di Aradori, proprio dopo una serie di rimbalzi d’attacco, e il canestro con fallo di Italiano, rimettono a contatto la Fortitudo, che con la schiacciata di Barbante conclude un parziale di 10-0 per il 34-37. Dopo il timeout di Coach Lotesoriere l’OraSì torna a segnare da fuori con due bombe di Bonacini, poi un libero di Anthony vale il nuovo +10 (34-44), ma Bologna chiude sul 37-44 con i liberi di Aradori e Fantinelli.

Al rientro dagli spogliatoi la tripla di Musso vale il 37-47, ma la Fortitudo resta a contatto con Barbante e torna a -1 sul 48-49 con la tripla di Italiano. L’OraSì prova a mantenere le distanze con Lewis (48-53), ma incassa un parzialone di 11-0, aperto dalla tripla di Fantinelli e chiuso da quella di Thornton, che vale ai padroni di casa il sorpasso e l’allungo sul 59-53. Dopo il timeout chiamato dalla panchina ravennate Anthony ancora da dietro l’arco dimezza lo svantaggio, poi Oxilia segna il suo primo canestro della stagione, ma i padroni di casa vanno all’ultimo intervallo in vantaggio per 63-58.

Nel quarto periodo Ravenna prova a riaprire la partita con difesa e contropiede, con Bartoli che segna il 64-62. Il bonus falli prematuramente raggiunto dai giallorossi costa però una serie di liberi che lancia la fuga definitiva della Fortitudo (71-62). Capitan Musso mette la tripla del 74-69, ma Panni chiude la gara con la risposta per il 79-69 e Bologna porta a casa la partita per 83-69.

Il post-partita

“Faccio i complimenti agli avversari che hanno vinto questa partita con merito – commenta Coach Lotesoriere –. È una partita che si è decisa sui punti che abbiamo concesso da palla persa: nel primo tempo siamo stati molto bravi a impedire a loro di correre come sanno fare, mentre nel secondo tutto questo è venuto a mancare. Non abbiamo compreso bene il ritmo che dovevamo tenere in attacco e questo ci ha penalizzato in difesa.

Sono contento dell’atteggiamento e che siamo stati competitivi, ma quando giochi partite di questo livello non si possono fare questo tipo di errori. Purtroppo si gioca per vincere e non per essere competitivi, e noi oggi non abbiamo fatto per quaranta minuti quello che serviva per vincere la partita”.

Il tabellino

Fortitudo Kigili Bologna – OraSì Basket Ravenna 83-69 (16-26, 37-44, 63-58)

Fortitudo BO: Bonfiglioli ne, Thornton 9, Aradori 18, Natalini ne, Barbante 12, Panni 5, Paci, Fantinelli 13, Italiano 14, Cucci 12, Davis ne. All.: Luca Dalmonte. Ass.: Matteo Angori, Matteo Tasini.

Ravenna: Anthony 9, Giordano 7, Musso 15, Bartoli 6, Oxilia 2, Bocconcelli, Onojaife, Galletti ne, Giovannelli ne, Petrovic 5, Bonacini 11, Lewis 14. All.: Alessandro Lotesoriere. Ass.: Giovanni Piastra, Roberto Villani.

Arbitri: Marco Rudellat di Nuoro, Marco Barbiero di Milano e Francesco Praticò di Reggio Calabria.