VOLLEY PALLAVOLO. Consar RCM Ravenna - CONAD Reggio Emilia.

Bella vittoria al PalaCosta della compagine Ravennate per 3 set a 1

La ConsarRcm torna alla vittoria e nel “suo” PalaCosta, alla presenza di 725 spettatori, ha la meglio sulla Conad Reggio Emilia per 3 set a 1. Partita in cui i ravennati hanno dominato il primo set, hanno ceduto di schianto nel secondo e dopo aver dominato il terzo sembravano aver in pugno anche il quarto. Ma una bella rimonta della Conad ha rimesso in discussione l’esito della frazione che è stata avvincente combattuta. Alla fine, sospinta anche dal suo pubblico, la CosarRcm ha messo giù il palone della vittoria soffrendo un po’ troppo visto il vantaggio (14-11)  che aveva accumulato e facendo temere il peggio quando Reggio era andata avanti di 3 sul 21-18.

La ConsarRcm scende in campo con Mancini al palleggio e Bovolenta opposto, Ceban e Comparoni al centro, Orioli e Pinali schiacciatori; libero Goi. La Conad Reggio Emilia risponde con Sperotto al palleggio e Cantagalli opposto, Volpe e Suraci al centro Perotto e Mariano schiacciatori; libero Cantagalli.  

Primo set con strappo iniziale di Reggio Emilia che si porta avanti 4-2 cno un bel turno al servizio di Cantagali ma Ravenna c’è e rimonta sul 5 pari. Una serie di errori al servizio avvantaggia la Conad ma la Consar cè’ e sale sul 9-8 grazie a un errore in attacco della Conad. Poi una Ravenna attenta in ricostruzione si porta sul 15-12 e Cantagalli ferma il gioco. Uno stop che ricarica la sua squadra che si riporta velocemente sul 15 pari grazie a qualche errore di troppo in casa ConsarRcm che subisce 4 punti di fila e cambia Pinali con Pol. Un bel muro di Ceban porta Ravenna sul 18-17 poi il soffitto regala a Reggio Emilia il punto del 19 pari. Strappa Ravenna sul 21-19 quando Cantagalli ferma il gioco. Un ace di Suraci porta Reggio sul 21 pari. Una schiacciata di Bovolenta porta Ravenna aventi 23 a 22e un bel muro ravennate fa salire il punteggio a 24. Bonitta ferma il gioco sul 24 a 23 e prepara la squadra a giocare il set point su servizio di Reggio Emilia che Bovolenta (8 punti nel set) mette a terra il  25-23 per la ConsarRcm in un set bello e combattuto tra due squadre con valori di gioco molto vicini.

La ConsarRcm inizia il secondo set in maniera fallosa e fa volare Reggio sul 6-3 grazie anche a una ricezione poco precisa e ancor meno efficacia a muro. In un attimo Reggio si porta sul 9-5 e Bonitta ferma il gioco. Ma non serve perché Reggio è più precisa e vola sul 14-9. Ravenna si scuote e riduce il distacco ma Reggio resta saldamente avanti (15-11). Girandola di cambi in casa ConsarRcm ma l’inerzia del set non cambia  e Reggio vola sul 19-12 con un muro pesante di Bovolenta.  Sul 12-20 uno sconsolato Bonitta ferma il gioco e cerca di dare fiducia ad una squadra che si è smarrita e getta nella mischia il palleggiatore Natale Monopoli: ma serve a nulla perché Reggio vola sul 23-13 e la ConsarRcm non gioca ma subisce solo; il set finisce 25-14 per Reggio Emilia con una ConsarRcm che ha giocato uno dei suoi peggiori set in A2.

Un ace di mancini porta Ravenna avanti 2-0 nel terzo set ma Cantagalli risponde da par suo al servizio e tiene in corsa Reggio sul 3-5. La Conad è più fallosa e meno precisa di quanto si era visto nel secondo set e Ravenna, più cinica e lucida, si porta avanti 7-3. Il set va vanti con Ravenna saldamente in vantaggio  grazie a qualche errore di troppo in casa Conad che ferma il gioco sul 13-7. Un punto di Mancini con palleggio nel campo della Conad porta Ravenna sul 16-8. La Conad accenna a un recupero (17-11) e Bonitta ferma il gioco. Ravenna continua  a macinare il suo gioco e scatta sul 22-12 con due ace di Bovolenta. Qualcosa si inceppa nel gioco ravennate e Reggio risale a 17 e Bonitta ferma il gioco sul 24-17 e la ConsarRcm vince 25-17 un set che ha visto la compagine ravennate sempre al comando e un super Mancini.

Un ace di Mancini apre il quarto set e Bovolenta sigla il secondo punto per Ravenna e  due bei muri di Aramsowan portano la ConsarRcm sul 4 1. Cantagalli ferma il gioco sul 5-1 per Ravenna.  Ravenna scatta sul 9-4 ma Reggio rosicchia due punti e Bonitta ferma il gioco sul 9-6. Ravenna si addormenta un po’ e Reggio risale a 9 punti  con Ravenna a 11. Un ace di reggio porta gli ospiti a quota 10  che impattano sull’11 pari e poi si portan a 13 su un attacco fuori di Arasomwan e un muro su Orioli.  Reggio non ferma la corsa grazie a un ottimo turno in battuta di Suraci e raggiunge quota 14. Ma Ravenna si risveglia e grazie anche a un ace di Oruli riagguanta la parità a quota 16 quando Cantagalli ferma il gioco. UN ace di Orto riporta Ravenna avanti (18-17) ma Reggio ci crede e vola sul 21-19. Ravenna si rigetta nella mischia e strappa sul 23-21. Un errore di Monopoli rimette in corsa i reggiani sul 23 pari. Si continua punto a punto fino al 27 pari  fino a quando un buon servizio di Bovolenta mette in difficoltà la ricezione di Reggio e  Pinali chiude sul 28-26.

 Volata finale per il girone d’andata del campionato di A2 Credem Banca. E con l’undicesima giornata per la Consar Rcm comincia il trittico di partite con finestra sulla Coppa Italia, alla quale si accede arrivando tra le prime otto al giro di boa. Al Pala Costa era di scena la Conad Reggio Emilia, che ora ha tre punti in più in classifica di Goi e compagni (17) ma una gara in meno, quella di Vibo Valentia, che verrà recuperata il 21 dicembre. Reggio è reduce dai playoff vinti al termine dello scorso campionato ma anche da una dolorosa rinuncia alla SuperLega per mancanza di un impianto adeguato ai canoni del massimo campionato. In estate è stato fatto un robusto rinnovamento, ma Reggio resta sempre una delle formazioni più quotate del torneo. “La Coppa Italia non è un obiettivo da raggiungere ad ogni costo – chiarisce Marco Bonitta, tecnico della Consar Rcm – nel senso che se lo centriamo saremo contenti ma se lo dovessimo fallire non cambierebbe nulla nel nostro percorso. Quello che più mi interessa è che questa con Reggio è la prima di tre partite in cui possiamo pensare di fare punti e vogliamo sfruttare questa opportunità”.