I giallorossi in vantaggio dopo 30′, vengono puniti nel finale dai tiri pesanti dei padroni di casa

Ancora un quarto quarto fatale all’OraSì Ravenna, che lotta per tre periodi punto a punto sul difficile campo di Rimini, ma deve cedere il derby per 82-72. I giallorossi limitano bene le soluzioni in contropiede e a rimbalzo d’attacco degli avversari, chiudendo in vantaggio i primi 30’, ma nel finale subiscono i tiri pesanti dei padroni di casa che conquistano la partita. Non bastano ai ragazzi di Coach Lotesoriere i 21 punti con 5 assist di Kendall Anthony e i 20 di Capitan Bernardo Musso. Doppia cifra anche per Federico Bonacini a quota 10.

La partita

Alla palla a due Coach Lotesoriere mette in campo il quintetto con capitan Musso, Anthony, Bonacini, Petrovic e Lewis.

Avvio fortissimo di Rimini, con Johnson e Bedetti che firmano il 7-0 e costringono subito al timeout la panchina ospite. Le triple dell’ex capitano giallorosso Masciadri e di Johnson valgono il massimo vantaggio riminese sul 17-6. Anthony da dietro l’arco suona la carica, ma la risposta sempre da 3 di Johnson (11 punti nel primo quarto) vale il 20-11. Ravenna torna a -3 con 4 punti dello stesso Anthony, poi Musso risponde alla tripla fuori dai giochi di Tassinari e gli ospiti chiudono la prima frazione a un possesso di distacco sul 25-22 grazie a due liberi di Bartoli.

Nuova fuga dei padroni di casa in avvio di secondo quarto (30-22), ma due bombe consecutive di capitan Musso tengono a contatto l’OraSì sul 32-29. La tripla di Petrovic pareggia la partita a quota 34, quella di Bonacini vale il sorpasso giallorosso sul 38-39, con Petrovic che segna anche il 38-41 sul contropiede successivo. Il canestro allo scadere di Musso (14 punti nel primo tempo) conferma poi il vantaggio ravennate, con le squadre che tornano negli spogliatoi sul 42-45.

Il rientro dall’intervallo lungo è tutto per i padroni di casa, che sorpassano sul 50-45 (8-0 di parziale) con due triple di Masciadri. Anthony rompe il digiuno OraSì dopo 3’ e due bombe di Musso valgono il controsorpasso ospite sul 55-57. La tripla di Bonacini regala ai giallorossi il +5 sul 57-62, ma Johnson quasi allo scadere tiene in equilibrio la gara sul 61-62.

In apertura di quarto periodo Rimini pareggia a quota 64 e trova il vantaggio con la tripla di Meluzzi (67-64). L’OraSì prova a reagire, ma incassa i tiri pesanti di Landi e Meluzzi al termine di azioni ben difese. I padroni di casa piazzano così un parziale di 10-0 che chiude la gara, con Ravenna che in pochi minuti si trova sotto 80-68. Il match finisce con un 82-72 troppo punitivo per la prestazione giallorossa.

Il post-partita

“Innanzitutto bisogna fare i complimenti a Rimini che nei momenti importanti è stata più cinica di noi, soprattutto nelle situazioni difensive  – commenta Coach Lotesoriere –. Per oltre trenta minuti abbiamo fatto la partita che volevamo fare al netto di qualche piccolo passaggio a vuoto che abbiamo sempre recuperato sfruttando i passaggi a vuoto avuti a propria volta da Rimini.

Siamo stati bravi a rimbalzo difensivo e abbiamo praticamente tolto il contropiede, due caratteristiche dei nostri avversari soprattutto in casa. Abbiamo eseguito il piano partita e per tre quarti il punteggio ci stava infatti dando ragione, poi purtroppo nel momento decisivo i difensori di Rimini sono stati bravi a non mollare fino all’ultimo secondo, mentre noi abbiamo preso i canestri decisivi negli ultimi secondi dell’azione dove non siamo stati spietati nello stare attaccati a loro.

Il rammarico è questo, perché nell’ultima settimana abbiamo giocato in due dei palazzetti più caldi del girone e abbiamo condotto le partite per larghissimi tratti, ma torniamo a casa con due risultati troppo larghi per quello che si è visto in campo. In questo momento dobbiamo rimanere coesi e continuare a lavorare, facendo diventare una costante le cose buone che facciamo. Ci serve una vittoria per trovare morale e nessuno di noi è contento di questa striscia negativa, ma abbiamo la forza di avere alle spalle una società solida che in questi momenti di difficoltà ti permette di continuare a lavorare”

Il tabellino

RivieraBanca Basket Rimini – OraSì Basket Ravenna 82-72 (25-22, 42-45, 61-62)

Rimini: Tassinari 5, Anumba 3, Meluzzi 11, Scarponi ne, Masciadri 18, D’Almeida 2, Bedetti 4, Sirri ne, Johnson 20, Morandotti ne, Ogbeide 14, Landi 5. All.: Mattia Ferrari. Ass.: Mauro Zambelli, Larry Middleton.

Ravenna: Anthony 19, Giordano 2, Musso 20, Bartoli 2, Oxilia 2, Bocconcelli, Onojaife 4, Petrovic 5, Bonacini 10, Lewis 6. All.: Alessandro Lotesoriere. Ass.: Giovanni Piastra, Roberto Villani.

Arbitri: Enrico Boscolo di Chioggia (VE), Jacopo Pazzaglia di Pesaro e Christian Mottola di Taranto