In occasione della partita in programma domani, domenica 18 dicembre, al PalaCosta, alle 18, contro la Delta group Porto Viro, volontari della fondazione presenzieranno al palazzetto con un centro raccolta

Dopo la consegna di due sporte di doni ai pazienti ricoverati e in day-hospital dell’unità operativa di pediatria dell’ospedale di Ravenna, avvenuta nella mattinata di giovedì 15 dicembre, il Porto Robur Costa 2030, club di volley maschile impegnato nel campionamento di serie A2, aderisce a un’altra iniziativa di solidarietà. In occasione del match di domani, domenica 18 dicembre, al PalaCosta di Ravenna, alle 18, contro il Delta group Porto Viro, infatti, la Consar Rcm scenderà in campo insieme a Telethon. Inoltre, la fondazione che si occupa della ricerca scientifica per arrivare alla cura sempre più profonda delle malattie genetiche e per dare una prospettiva di vita concreta alle persone e alle famiglie che le combattono, sarà presente al palazzetto dello sport con un centro raccolta e con un punto vendita dei “Cuori di cioccolato”, disponibili fondente, al latte o al latte con granella di biscotto, con cui finanziare la ricerca.

La collaborazione tra le due realtà, poi, è anche l’occasione per ricordare che, senza Telethon e senza l’aiuto dei cittadini, le malattie genetiche rare non sarebbero nemmeno considerate. La rarità di una malattia, però, non può giustificare disinteresse, né escludere la possibilità di una cura. Da qui, l’impegno costante che Telethon porta avanti, grazie a una ricerca scientifica d’eccellenza, grazie a terapie innovative che attirano l’attenzione di un numero sempre maggiore di gruppi farmaceutici, e grazie allo sviluppo di collaborazioni con istituzioni sanitarie, sia pubbliche che private.

Dal 1990 ad oggi, Telethon ha investito nella ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare 623.690.000€, finanziando 1676 ricercatori e 2804 progetti.