Due reti in avvio di secondo tempo compromettono il match, che termina poi 3-1 in favore dei toscani

Il Prato fulmina il Ravenna FC nella ripresa: dopo un ottimo primo tempo i giallorossi in avvio di secondo tempo subiscono le due reti che compromettono il match.

Un Ravenna incerottato si presenta al Lungobisenzio con l’obbiettivo di iniziare al meglio questo 2023, l’approccio degli uomini di Dadina (Gadda al pari dl collega Brando è in tribuna per squalifica) è incoraggiante, al terzo minuto Ravenna pericoloso con Guidone che scatta sul filo del fuorigioco e serve Abbey, ma la conclusione viene contratta dalla difesa del Prato. Sul ribaltamento di fronte pericolosissimo il Prato con la conclusione diagonale di Ciccone, ci vuole il miglior Fontanelli a deviare sul palo.

Al 15’ di nuovo il Ravenna che si rende pericoloso sulla sinistra, sugli sviluppi di un corner, è interessante la palla messa in mezzo da D’orsi, che però trova la sicura presa di Bertini.

Un minuto dopo clamorosa occasione sui piedi di Guidone, lancio lungo dalla difesa di Magnanini, Guidone scatta sul filo di fuorigioco e si presenta a tu per tu con il portiere che è bravissimo ad aspettare fino all’ultimo per buttarsi ed intercettare la conclusione del capitano giallorosso.

Al 37’ grande spunto di Abbey che scappa verso la porta, scambia rapidamente con Marangon, supera con un sombrero il difensore e conclude al volo, purtroppo la palla sorvola la traversa.

Al 40’ nuovo lancio in profondità per Guidone che scatta in profondità verso la porta del Prato ma in questo caso Colombini è attento a sventare la minaccia sul nascere.

L’avvio di ripresa è da incubo per la retroguardia giallorossa, al 2’ corner battuto con il contagiri da Trovade che trova l’incornata di Diallo sul primo palo per il vantaggio toscano. Passano solo due minuti e si registra il controverso episodio che spiana la strada al Prato, contrasto in area tra Rinaldi e Addiego Mobilio, con il difensore che anticipa l’attaccante colpendo nettamente il pallone, di diverso avviso il direttore di gara che, tra lo stupore generale, assegna il penalty. Sul dischetto trasforma Addiego Mobilio. La batosta scuote il Ravenna che nonostante il doppio svantaggio ci prova subito con Marangon a riaprire i giochi, slalom tra i difensori e sinistro deviato in corner da Bertini.

Con i giallorossi riversati in avanti il Prato sfiora al 11’ il gol in contropiede, conclusione di Aprili che scheggia la traversa. Nuovo sussulto al 20’ fallo di Angeli, già ammonito, al limite dell’area e Prato che resta in 10. Sulla punizione si presenta Marangon ma non trova lo specchio. Ravenna che dovrebbe trovare nuova linfa per tentare la rimonta ma si fa male da solo, al 25’ disimpegno corto di Magnanini che di fatto spalanca la porta ad Addiego Mobilio per un facile 3-0 e partita in ghiaccio. Il Ravenna non demorde e cerca il gol che potrebbe dare qualche speranza di riaprire una gara scivolata via troppo in fretta. Il forcing giallorosso viene premiato al 90’ con la rete della bandiera di Guidone che sfrutta l’assist di Abbey da dentro l’area piccola. Giallorossi che sfiorano anche il 3-2 al 94’ con la punizione di Ndreca che viene deviata da Bertini sul palo, sarebbe stato comunque utile solo ad indorare l’amara pillola della settima sconfitta stagionale.

TABELLINO

PRATO – RAVENNA FC 3-1

Marcatori: 47’ Diallo, 49’ (rig.), 70’ Addiego Mobilio, 90’ Guidone

PRATO: Bertini, Nizzoli, Angeli, Colombini, Addiego Mobilio (92’ Cecchi), Aprili (83’ Del Rosso), Diallo (90’ Renzi), Nicoli (86’ Ba), Soldani, Trovade, Ciccone (65’ Sciannammè). A disposizione: Nucci, Campaner, Petronelli, Bartolini. Allenatore: Federico Santi

RAVENNA FC: Fontanelli, Rinaldi, Capece, Marangon (71’ Melandri), Abbey, Magnanini, Guidone, Boccardi (67’ Ndreca), D’Orsi (77’ Pipicella), Lussignoli (67’ Grazioli), Lisi. A disposizione: Billi, Ravaglia, Faccani, Calandrini, Vinci. Allenatore: Stefano Dadina

Ammoniti: Lisi, Boccardi, Angeli, Ciccone

Espulso Angeli 65’