L'esultanza finale dopo la vittoria contro il Castellana Grotte

Vittoria per 3-1 dei ragazzi di Bonitta, Bovolenta sugli scudi con 24 punti

Partita straordinaria della ConsarRcm che vince per 3-1 contro la seconda forza del campionato di volley A2, Castellana Grotte, bissando il successo che ottenne nel girone di andata in Puglia. E cosi Ravenna si conferma la bestia nera dei pugliesi che interrompono una serie positiva di 4 vittorie proprio qui a Ravenna. Bovolenta (24 punti) e Comparoni (6 muri e 9 punti), ma anche Pinali e Arasomwan oltre ad una lucidissima regia di Mancini

(16-25), (25-20), (25-23), (25-18).

Castellana Grotte si è presentata a Ravenna come seconda forza del campionato con 27 punti a cinque lunghezze dalla capolista Vibo, e reduce da quattro successi consecutivi (compresa la gara dei quarti di finale di Coppa Italia). Tra gli aspetti tecnici del match spiccava il duello a muro: Ravenna era seconda con 145 blocks vincenti, Castellana terza con 137; stessa posizione anche nella classifica individuale con Francesco Comparoni, che fin qui ha piazzato 47 muri vincenti, e Luca Presta, a quota 44. All’andata la ConsarRcm disputò un’ottima prestazione e usci con una importante e meritata vittoria per 3-2

Ravenna scende i campo con Manici al palleggio e  Bovolenta opposto, Ngapeth e Orioli schiacciatori Comparoni e Arasomwan centrali, Goi libero.

Castellana Grotte si oppone con Jukosky al palleggio e Lopez Nery opposto, schiacciatori Tiozzo e De Silvestre, centrali Presta e Zamagni.

Partenza un po’ rallentata per la ConsarRcm che vede Castellana Grotte volare sul 7-3 grazie ad una maggiore precisione in difesa. Ma La ConsarRcm c’è e grazie anche ad alcune bune battute prima di avvicina sul 7-8 e poi impatta 10 pari. Poi grazie anche a errori ravennati al servizio (3 consecutivi) Castellata Grotte torna a + 3 e Bonitta sul 12-15 ferma il gioco. Ma lo stop serve a poco perché Ravenna non ritrova forza e idee in attacco mentre Castellana Grotte continua a giocare bene soprattutto con DE Silvestre e Lopes Nery così Bonitta riferma il gioco sul 15-21.  Ma ormai il set è compromesso anche perché la ConsarRcm ha smarrito il filo del gioco che pure aveva trovato nella parte centrale del set e la prima frazione finisce 25-16 per Castellana Grotte con solo i pugliesi in campo.

Parte bene la ConsarRcm nel secondo set grazie a un buon turno di battuta di Mancini e a uno spunto a muro di Bovolenta ma Castellana Grotte recupera sul 3-2. La ConsarRcm continua a macinare gioco  e resta avanti (5-3) e poi 6-3 grazie ad una bella correlazione difesa attacco chiusa da Bovolenta. Un errore in attacco di Castellana porta Ravenna avanti 7-3 e Cannestracci ferma il gioco. Ravenna continua con azioni precise grazie anche ad una lucida regia di Mancini e si pota sul 10-5. Un bel muro di Arasomwan porta Ravenna sul 13-6 e il coach di Castellana è costretto a fermare ancora il gioco sul 13- per Ravenna che prende il largo e vola sul 15-8. Poi un muro su Orioli rimette in moto Castellana Grotte ma Ravenna resta avanti (17-10). Un ace di Castellana Grotte fa recuperare un punto ai pugliesi e Bonitta ferma il gioco sul 18-12. Quattro punti consecutivi di Castellana Grotte riportano sotto i pugliesi (19-16) che approfittano di una fase totalmente negativa per Ravenna e si portano a meno 1 (19-18). Cambio azzeccato da parte di Bonitta che manda in campo PInali per Ngapeth autore subito di un punto in attacco e di una buona difesa. Ravenna riprende a giocare vola sul 24-20 per chiudere 25-20 con un bel muro di Arasomwan. Tutto bene quel che finisce bene (grazie anche aun 48% in attacco) ma vanno evitati i black out così prolungati che rischiano di compromettere i set.

Si parte punto a punto nel terzo set con un bel muro iniziale di Comparoni  e Pinali ancora in campo al posto di Ngapeth. Ravenna avanti 7-6 e poi 8-6 grazie ad un’azione di attacco precisa di Pinali e con un bel muro di Comparoni si porta sul 9-6. Un errore di Comparoni dal centro riavvicina Castellana Grotte (9-8) che poi pareggia con un bel muro di Tiozzo (9-9) e si porta avanti 10-9. Bonitta, dopo che la sua squadra ha subito 4 punti consecutivi ferma il gioco e si ripete la situazione di metà secondo set con una ConsarRcm che va in bambola.  Castellana Grotte ora conduce 11-10. Ravenna ricuce si porta avanti 14-13. Un bel ace di Orioli porta Ravenna avanti 16-14 ma Castellana Grotte non ci sta e dopo una prolungata azione si porta sul 17 pari. La partita sale di livello e Ravenna lotta (19-18) e poi una straordinaria azione in difesa e poi attacco porta Ravenna sul 22-20 quando Cannestracci ferma il gioco. Sul 21-21 per Ravenna è Bonitta a fermare il gioco per dare le istruzioni per la parte finale di un set spettacolare.  Ravenna vola sul 24-21 ma Castellana combatte si porta a meno 1 (24-23) e un errore al servizio di Lopes Nery porta il set in casa ravennate (25-23)

Riparte convinta nella quarta frazione la ConsarRcm che si porta avanti 4-3. Poi si va avanti punto a punto (8-8) ma Castellana strappa (8-10) e Bonitta ferma il gioco. Due bei punti di Bovolenta riportano la ConsarRcm in parità (13-13) e un ace dello stesso Bovolenta manda avanti Ravenna 14-13. Un gran muro di Comparoni incendia il PalaCosta e Ravenna va avanti 15-13 e Cannestracci ferma il gioco. Un altro punto del magico Bovolenta porta ancora più avanti Ravenna (16-13) che arriva a 17 con un bel muro di Arasomwan. Si va avanti con Ravenna in Vantaggio (21-17) e un ace di Orioli porta la ConsarRcm a quota 22. Bonitta ferma il gioco sul 22-18 per i ravennati e prepara il finale di set. Che arriva con un 25-18 che infiamma il palasport.