Mister Davide Ballardini (Ettore Griffoni / Shutterstock.com)

Nato nel 1964 a Ravenna, esordirà già stasera in coppa Italia, ma l’obiettivo per i grigiorossi, al momento ultimi in classifica in serie A con sette punti, è la salvezza, e in questo l’allenatore è un esperto

Davide Ballardini, allenatore nato nel 1964 a Ravenna, è il nuovo allenatore della Cremonese che ha scelto di cambiare guida tecnica dopo aver raccolto appena 7 punti in 18 partita. L’ultima posizione in classifica, con la zona salvezza a 9 lunghezze, ha portato all’esonero di Mister Massimiliano Alvini. Il mister romagnolo raccoglie quindi la guida del club a una giornata dal termine del girone d’andata, con l’ardua sfida di mantenere la categoria.

Ballardini, in carriera, tra le altre, ha allenato il Cagliari, in 3 diversi momenti; il Palermo, anch’esso in 3 differenti mandati; la Lazio, con la quale nel 2009 ha vinto la Supercoppa italiana; il Genoa, in ben 4 periodi diversi, l’ultimo nella scorsa stagione sportiva, venendo esonerato nel novembre del 2021 dopo una sola vittoria in dodici partite; e, appunto, la Cremonese. Il più delle volte, il mister romagnolo è subentrato in panchina a campionato già in corso con l’obiettivo, spesso raggiunto, di raggiungere la salvezza.

Da giovane, Ballardini ha anche giocato come centrocampista. Dopo 7 anni nel Cesena, di cui 4 nelle giovanili, allenato anche da Arrigo Sacchi con la vittoria, nella stagione 1981/1982, di un campionato Primavera, ha militato un altro anno nel Faenza. Poi l’inizio di carriera da allenatore, guidando le squadre giovanili di Bologna, con il quale nella stagione 1988/1989 ha vinto un campionato Giovanissimi nazionali; Cesena; Ravenna; Milan; e, infine, Parma, squadra con la quale nel 2003/2004 si è laureato campione del campionato Allievi nazionali. Nel 2004 il definitivo salto tra i grandi, con la Sambenedettese, all’epoca impegnata nella vecchia serie C1, che gli affidò la propria panchina. Nel 2018, Ballardini ha anche ricevuto il premio “L’allenatore dei sogni”: riconoscimento vinto, tra gli altri, anche da allenatori come Giovanni Trapattoni, Marcello Lippi, Zdeněk Zeman, Alberto Zaccheroni, Carlo Mazzone, Fabio Capello, Roberto Mancini, Carlo Ancelotti, Luciano Spalletti, Claudio Ranieri, Gian Piero Gasperini, Massimiliano Allegri, Antonio Conte e Maurizio Sarri.

Nella sua nuova esperienza in Lombardia, mister Ballardini è già atteso dal match di Coppa Italia, in programma stasera, alle 21, allo stadio “San Paolo-Maradona” di Napoli contro i partenopei, attualmente al primo posto in classifica in serie A e reduci dalla vittoria per 5-1 contro la Juventus.

Lunedì prossimo, invece, il 23 gennaio, è in calendario l’esordio in campionato sulla panchina dei grigiorossi, attesi dalla sfida del “Dall’Ara”, alle 18, contro i padroni di casa del Bologna. Una partita che è già un crocevia per la stagione della Cremonese, ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato, che per non abbandonare subito quella serie A conquistata nella scorsa stagione, deve iniziare a raccogliere punti. Per Ballardini, quindi, il lavoro da fare per compiere un altro miracolo, non è affatto poco.