I giallorossi affronteranno in trasferta, alle 14.30, gli emiliani, al momento ultimi in classifica; con mister Gadda che, nonostante gli assenti e con scelte obbligate, vuole continuità dai suoi

Dopo la vittoria casalinga per 2-0 contro lo Scandicci, il Ravenna F.C., club impegnato nel campionato di calcio di serie D, torna in campo, atteso dalla trasferta di Salsomaggiore, in programma nel pomeriggio di oggi, sabato 21 gennaio, allo stadio “Francani” di Salsomaggiore, città in provincia di Parma, alle 14.30.

Una partita, quella contro i gialloblù, che rappresenta un incognita per vari punti di vista e che va affrontata con tutte le attenzioni del caso. Il Salsomaggiore, al momento, occupa l’ultimo posto in classifica, un rendimento decisamente deficitario frutto di sei pareggi e di quindici sconfitte. Facile immaginare una squadra che scenderà in campo con nulla da perdere, cercando di conquistare lo scalpo di una squadra di blasone e per togliere quel fastidioso zero nella casella delle vittorie.

Alla guida dei padroni di casa, una squadra infarcita di giovani che vede in Federico Berti, con quattro reti, la punta più prolifica, siede Lauro Benini, terzo tecnico della stagione. Il Ravenna dovrà affrontare la gara in terra emiliana con un approccio ben determinato, essendo mancata troppo spesso, in questo campionato, la continuità. Oggi pomeriggio, quindi, occorre assolutamente dare seguito alla vittoria contro lo Scandicci, così da staccarsi dal limbo di metà della classifica.

La compagine di Gadda, però, non arriva sicuramente al match nelle migliori condizioni fisiche, con l’infermeria che, purtroppo, recentemente è quasi più affollata dello spogliatoio. Ai lungo degenti Tabanelli e Spinosa, infatti, in settimana si sono aggiunti Boccardi e, soprattutto, Pipicella che, a causa di una lesione al flessore, sarà fuori dai giochi per circa due mesi. A disposizione del mister nativo di Legnano, ma in condizioni non ottimali, Guidone, Grazioli e Lussignoli; mentre D’Orsi è stato convocato, ma difficilmente potrà essere della gara a causa noie muscolari. Sarà compito di Gadda, quindi, destreggiarsi tra tante defezioni e schierare, con a disposizione una panchina ricca di aggregati dalla juniores (da segnalare anche la prima convocazione in prima squadra per Mattia Correnti, centrocampista offensivo nato nel 2005), il miglior Ravenna possibile.

All’andata, proprio allo stadio “Benelli” di Ravenna, grazie a una clamorosa rimonta, il Salsomaggiore riuscì a conquistare un inatteso pareggio, dopo che i bizantini erano stati avanti di due reti. La capitolazione contro gli emiliani fu il primo scivolone di una stagione amara di soddisfazioni per i romagnoli, col match in programma nel pomeriggio di oggi, sabato 21 gennaio, che, quindi, dovrebbe essere un ulteriore tassello motivazionale per cercare di portare a casa l’intera posta sul campo dell’ultima in graduatoria.

Proprio sul concetto di continuità ha insistito, durante la conferenza stampa pre-partita, Massimo Gadda, tecnico del Ravenna F.C., che si è espresso con le seguenti parole: “Arriviamo a questa partita con qualche problema di organico, ci attende una gara importante perché noi dobbiamo trovare quella continuità che ci è mancata durante l’anno. Dobbiamo assolutamente centrare la prestazione, perché la gara col Salsomaggiore è una gara pericolosa. Affronteremo una squadra che, sul campo, non regala nulla, le partite sono tutte difficili, quindi, per poterla vincere, noi dobbiamo fare la prestazione. I ragazzi a disposizione si sono allenati bene e, anche se non ho tanta scelta, rimaniamo una squadra competitiva, abbiamo la possibilità di fare bene nonostante le assenze importanti che abbiamo”, ha concluso il mister dei giallorossi.