I giallorossi respingono la rimonta ospite con il canestro decisivo di Capitan Musso

Grande vittoria di grinta e sacrificio per l’OraSì Ravenna che, davanti agli oltre 2500 spettatori del Pala De Andrè, vince il derby contro la Fortitudo Bologna per 79-74. Dopo aver condotto per più di 38’, raggiungendo anche il +19 nel primo tempo, i giallorossi vengono raggiunti e superati nel finale: nel momento più difficile però la squadra di casa, sempre sostenuta dal suo pubblico, trova una gran tripla di Capitan Musso e serra le fila in difesa, chiudendo la gara con grande freddezza dalla lunetta.

Doppia doppia per Josip Vrankic (20 punti e 11 rimbalzi), mattatore del primo tempo, e doppia cifra, oltre che per Musso (15 punti), anche per Bonacini (14 con 7 rimbalzi e la solita grande difesa), Oxilia (11 con 8 rimbalzi, 6 offensivi) e Anthony (12). Decisiva per la squadra di Coach Lotesoriere la battaglia a rimbalzo, vinta nonostante il deficit di chili e centimetri nei confronti degli avversari.

La partita

Alla palla a due Coach Lotesoriere, con l’assenza di Bartoli per infortunio, lancia Vrankic in quintetto con capitan Musso, Anthony, Bonacini e Petrovic. Proprio Petrovic apre le marcature esattamente come le aveva chiuse due settimane prima contro Chiusi, con la tripla del 3-0. Ravenna difende con grande tenacia e costruisce ottimi tiri, non sempre accolti dalla retina, ma tenta la fuga con le triple di Vrankic, che valgono per due volte la doppia cifra di vantaggio (16-6 prima e 21-11 poi). Lo stesso Vrankic con il tapin allo scadere fissa il parziale del primo quarto sul 23-13.

In avvio di secondo periodo si scalda anche la mano di Musso, che mette la bomba del 28-13. Al canestro dalla lunga di Thornton risponde Vrankic (31-16) e ancora Musso con la seconda tripla regala ai suoi il +18 sul 36-20. Il canestro con fallo di Bonacini vale il massimo vantaggio ravennate sul 39-20. Il solito Vrankic con il quarto centro da dietro l’arco respinge un primo tentativo di rimonta ospite (48-32), ma il canestro allo scadere di Cucci tiene la Fortitudo a -16, con le squadre che tornano negli spogliatoi sul 50-34.

Al rientro dall’intervallo lungo Bologna alza l’aggressività difensiva, mentre Ravenna sbaglia qualche tiro di troppo, anche ben costruito. Il canestro con fallo di Cucci vale il -12 sul 52-40 e la Fortitudo con Aradori torna a -8 sul 56-48. Le triple di Oxilia e Bonacini respingono per due volte i tentativi di rimonta ospite (59-48 e 62-51), ma all’ultimo intervallo il vantaggio giallorosso è ridotto in singola cifra sul 62-53.

Il quarto periodo si apre con i canestri di Musso e Bonacini per il 66-55, ma l’OraSì si blocca nuovamente in attacco: contro la difesa con cambi sistematici degli ospiti i giallorossi sbagliano alcune buone conclusioni dall’arco e finiscono fuori giri, mentre Panni non fa rimpiangere l’assenza di Fantinelli tra i bolognesi ( a fine gara sarà miglior realizzatore con 23 punti) e guida la riscossa della Fortitudo segnando la tripla del -3 sul 66-63 (0-8 di parziale). La tripla di Cucci impatta la partita a quota 70 e a 1’ e spicci dalla sirena finale i liberi di Panni regalano il primo vantaggio agli ospiti (70-72), con Bonacini che deve lasciare il campo per il quinto fallo. Ci pensa capitan Musso e girare nuovamente l’inerzia della gara con la bomba del 73-72, per l’OraSì, trascinata dal pubblico del Pala De Andrè, non concede più nulla in difesa, segnando i liberi della sicurezza con Anthony, Musso e Oxilia.

Il post-partita

“Siamo molto felici per una grande vittoria davanti a una cornice di pubblico sempre ormai costantemente sopra le duemila persone  – commenta Coach Lotesoriere –: un bellissimo clima che penso la squadra stia ricambiando con delle prestazioni importanti dal punto di vista dell’applicazione, della tenuta del campo e del lavoro di gruppo. Abbiamo fatto un primo tempo di altissimo livello, con i primi sedici minuti difensivi che penso siano stati i migliori della stagione. Siamo stati concentratissimi su quello che avevamo preparato e anche dentro l’area abbiamo sempre contestato i tiri non lasciando canestri facili.

Abbiamo dato un po’ di ossigeno agli avversari negli ultimi tre minuti prima dell’intervallo e nel secondo tempo siamo un po’ calati a livello di percentuali in attacco, mentre è naturalmente anche venuto fuori qualche canestro di qualità della Fortitudo. Abbiamo continuato a muovere bene la palla fino al quarto quarto sbagliando tanti tiri costruiti davvero bene, poi nei minuti successivi abbiamo fatto l’errore, anche di frustrazione, di fermare troppo la palla.

Avevamo anche speso molto a livello di energia e di falli per competere con la loro fisicità, ma nel punto a punto finale siamo stati premiati, dando una bella dimostrazione di nervi saldi e ritrovando il vantaggio dopo essere finiti sotto. Anche il sei su sei finale ai liberi è sintomo di grande mentalità. Voglio elogiare tutti i ragazzi e dedico questa vittoria all’ambiente Basket Ravenna, affinchè sia la benzina per le sfide di marzo che saranno anche più importanti di quella di stasera. La vittoria ci tiene comunque ancora in corsa per evitare il girone playout e quindi ora la nostra concentrazione sarà su questo”.

Il tabellino

OraSì Basket Ravenna – Fortitudo Flats Service Bologna 79-74 (23-13, 50-34, 62-53)

Ravenna: Anthony 10, Giordano, Musso 15, Oxilia 11, Vrankic 20, Onojaife 2, Galletti ne, Giovannelli ne, Petrovic 7, Allegri ne, Minardi ne, Bonacini 14. All.: Alessandro Lotesoriere. Ass.: Roberto Villani, Giovanni Piastra.

Fortitudo: Bonfiglioli ne, Thornton 7, Aradori 10, Natalini ne, Barbante, Panni 23, Candussi 12, Niang ne, Italiano 1, Cucci 17, Davis 4. All.: Luca Dalmonte. Ass.: Matteo Angori, Matteo Tasini.

Arbitri: Alessandro Costa di Livorno, Marco Attard di Firenze e Alberto Perocco di Ponzano Veneto (TV).