RAVENNA CALCIO - CARPI 1-3. Venturini para

Giallorossi che scivolano su alcune disattenzioni nonostante le tante occasioni

Un Ravenna in vena di regali lascia il passo al Carpi che esce dal Benelli con l’intera posta in palio ed il terzo posto in classifica. Se nell’arco dei novanta minuti il Ravenna è parso sempre in partita alla pari degli avversari ma le distrazioni individuali hanno spianato la strada al successo del Carpi che vendica così il successo giallorosso nel girone di andata al Cabassi.

Dopo una fase di studio all’11’ prima opportunità in area del Carpi. Buona manovra del Ravenna che libera Lussignoli ma sul tiro cross del 21 giallorosso non arriva nessuno alla deviazione. Due minuti dopo di nuovo Ravenna in avanti, questa volta dalla sinistra arriva al cross con Marangon, bravo in uscita Balducci a trattenere la sfera. Al 17’  Sall costruisce un’ottima occasione con un cross sul primo palo sul quale sia avventa Arrondini, la cui conclusione, per fortuna del Ravenna, non trova lo specchio. Il Ravenna va vicino al vantaggio al 25’, Guidone conquista palla sulla trequarti si accentra e lascia partire un missile che scalda le mani di Balducci che si allunga alla propria destra. Al 31’ Ravenna che si distende in contropiede, buon lavoro di Guidone che trova Marangon al limite dell’area il controllo e tiro del numero 10 giallorosso che però viene parato senza troppi problemi da Balducci, sul ribaltamento di fronte Arrondini prova a mettere un cross velenoso in area per Sall che non arriva alla deviazione. Giallorossi che, per l’ennesima volta in stagione, si fanno male da soli ed al 35’ vanno in svantaggio, retropassaggio di Capece troppo corto che diventa un assist per Cicarevic che ha tutto il tempo di guardare Venturini, spiazzarlo e insaccare per il vantaggio ospite. Il Ravenna però trova subito il pari, al 39’ Luciani, subentrato a Magnanini, si inserisce in area e viene steso, l’arbitro segnala la massima punizione che Marangon trasforma con freddezza mandando le squadre a riposo in parità.

In avvio di ripresa il Ravenna parte forte ed al 3’ minuto si rende pericolosissimo con Guidone che raccoglie un cross al bacio di Lisi ed incorna a colpo sicuro, chiamando letteralmente al miracolo Balducci che evita il vantaggio. Al 7’ però nuovo episodio in area di rigore giallorossa, Arrondini anticipa Capece che lo tocca sul piede d’appoggio concedendo il penalty agli avversari. Si presenta Cicarevic che dal dischetto spiazza Venturini e porta in vantaggio i suoi. Due minuti dopo il Ravenna si ripropone subito in avanti con l’inserimento di Lussignoli che colpisce dal limite ma senza inquadrare lo specchio della porta. Il Ravenna prova a spingere in avanti, ma al 22’ sugli sviluppi di un corner per il Carpi arriva il classico goal dell’ex colpo di te sta di Boccaccini che porta a 3 le reti degli ospiti. Baldoni ricorre a Melandri e Tabanelli per un Ravenna tutto a trazione anteriore ed è proprio Tabanelli a costruire una bella occasione al 28’ trovando Melandri al centro dell’area ma il tiro del 9 giallo rosso viene ribattuto dalla difesa carpigiana. Con il Ravenna sbilanciato in avanti in cerca di riaprire il match al 35’ Arrondini si presenta in contropiede ma trova Venturini bravo a chiudere lo specchio. Ravenna che ha la chance di riaprirla al 38’ su corner battuto dalla destra svetta Tafa a centro area, ma trova nuovamente uno straordinario riflesso di Balducci che alza sopra la traversa.

In contropiede il Carpi costruisce due occasioni importanti al 39’ e al 45’ con Sall, in particolare sulla seconda costringe all’uscita fuori dall’area coi piedi Venturini e sulla linea di porta salva tutto Spezzano di testa. Sarebbe stata una punizione troppo pesante per un Ravenna che a livello di prestazione collettiva non è stato da meno dei rivali. In chiave playoff lo scivolone mette in allarme i giallorossi al momento quarti in classifica, nelle ultime due di campionato gli uomini di Gadda dovranno capitalizzare il punto di vantaggio sulle tre inseguitrici a partire dall’ostica trasferta toscana di domenica contro una Pistoiese tornata in lizza per il titolo.

IL TABELLINO

RAVENNA FC – CARPI 1-3

Marcatori: 35’, 54’ (rig) Cicarevic, 40’ Marangon (rig.), 66’ Boccaccini

RAVENNA FC: Venturini, Ndreca (67’ Melandri), Capece (67’ Tabanelli), Marangon (90’ Vinci), Magnanini (28’ Luciani), Tafa, Pipicella (78’ Spezzano), Guidone, D’Orsi, Lussignoli Lisi. A disposizione: Fontanelli, Milani, Boccardi, Calandrini. Allenatore: Massimo Gadda

CARPI: Balducci, Sabattini, Dominici (78’ Casucci), Yabre (71’ Ruiz Navarro), Calanca, Boccaccini, Beretta (45’ Laurenti), Olivieri, Arrondini (82’ Stanco), Cicarevic (59’ Varoli), Wall. A disposizione: Ferretti, Cestaro, Boadi, Castelli. Allenatore: Matteo Contini

Ammoniti: Lisi, Marangon, Capece, Cicarevic, Dominici, Casucci

Recupero: 5’ e 5’