Matteo Prati durante una partita con il Ravenna FC

Grande occasione per il centrocampista classe 2003, che è passato dalla Spal agli isolani neopromossi in massima serie, firmando un contratto valido fino al 2028

Matteo Prati, centrocampista ravennate nato nel 2003, è stato ceduto a titolo definitivo dalla Spal, club retrocesso in serie C al termine dell’ultima stagione sportiva, al Cagliari, club neopromosso in Serie A, per 5.000.000€ più 2.000.000€ di bonus. Coi rossoblù, il giovane calciatore, che ha scelto la maglia numero 16, ha firmato un contratto fino al 2028.

Matteo è cresciuto nel settore giovanile del Cesena e si è trasferito al Ravenna nell’estate del 2018. Dopo aver trascorso qualche anno nel vivaio giallorosso, nella stagione sportiva 2020/2021 è stato aggregato alla prima squadra, all’epoca impegnata nel campionato di serie C, mettendo a referto una presenza. Nella stagione sportiva successiva, coi giallorossi impegnati nel campionato di serie D, Prati è stato un punto fermo della squadra, raccogliendo, tra campionato e coppa Italia, 37 presenze, segnando cinque reti e mettendo a referto quattro assist. Passato l’estate scorsa alla Spal, impegnata nel campionato di serie B, dopo un inizio in sordina è esploso grazie a mister Daniele De Rossi, che l’ha lanciato da titolare nel centrocampo dei biancazzurri a inizio gennaio senza più toglierlo. Anche Massimo Oddo, successore dell’ex romanista, ha dato fiducia al ravennate, alla fine della stagione una delle poche note positive del campionato terribile dei ferraresi. In seconda serie, Prati ha raccolto venti presenze, un assist e, soprattutto, due gol decisivi. Infine, in estate il ragazzo ha giocato da titolare il mondiale under 20, scendendo in campo in tutte e sette le partite disputate dagli azzurrini, classificatisi secondi, e segnando una rete nella partita d’esordio contro il Brasile. Ora la grande occasione in Sardegna, agli ordini di mister Massimo Ranieri.

NG