Oggi la quinta edizione della manifestazione che permetterà a persone con disabilità di correre 3 km all’interno del percorso della 42 km cittadina

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione tra il comitato territoriale CSi di Ravenna-Lugo e la società Ravenna Runners Club in occasione della Maratona di Ravenna città d’arte, in programma domenica 12 novembre. Per la quinta volta, infatti, il CSI territoriale porta all’interno della 42 km cittadina l’iniziativa “Correndo senza frontiere – Tutti insieme”. L’obiettivo di questo progetto, nato all’interno del Coordinamento per l’attività motoria e sportiva adattata alla persona con disabilità intellettiva, creato nel 2016 dallo stesso comitato e dalla cooperativa sociale La Pieve, è quello di fare partecipare alla Maratona anche le persone con disabilità fisica e intellettiva-relazionale.

Come è accaduto nelle passate edizioni, domenica 12 novembre, gli atleti disabili e i loro accompagnatori affronteranno un percorso di circa 3 chilometri, uguale a quello della corsa cittadina, all’interno del centro storico, tagliando lo stesso traguardo dei podisti competitivi. La grande novità di quest’anno è la sede di partenza: non più a Porta Serrata ma davanti alla basilica di San Vitale. Lo start è fissato alle 8.45. Il parcheggio a disposizione dei partecipanti è quello in largo Giustiniano.

Per l’occasione l’ente di promozione di via Bramante rinnova l’invito alle realtà sportive del territorio, che si occupano dell’attività per disabili, di aderire alla manifestazione. L’edizione scorsa radunò una sessantina di partecipanti.

Per segnalare la propria disponibilità, è sufficiente scrivere a sportdisabili@csiravenna.it.

La segreteria del Csi poi farà avere ai diretti interessati tutte le informazioni logistiche e organizzative.

Sfoglia la versione digitale della Guida del Runner, edizione speciale del Ravenna24weekly dedicato alla Maratona di Ravenna 2023.