Coach Bernardi

Il prepartita di coach Bernardi

Nella giornata di oggi, domenica 3 dicembre alle 18:00, si terrà il match OraSi Ravenna vs Logimatic Group Ozzano.

Chiediamo a Massimo Bernardi com’è stata questa settimana successiva alla prima vittoria in trasferta a Imola.

“Abbiamo fatto una buona settimana e lavorato con molto impegno, intensità, entusiasmo e anche serenità sulle cose prefissate alla luce di quello che è stato fatto bene e dei grandi margini di miglioramento che anche la partita, seppure molto buona, di Imola ci ha indicato. Abbiamo margini per crescere ma il lavoro da fare è ancora tanto; vedo in palestra una grande disponibilità di tutti a seguire questa strada comune che vogliamo ci porti a migliorare ancora sia nello sviluppo dei nostri giochi che nel nostro atteggiamento in campo. L’impegno del gruppo c’è e questa è un’ottima base su cui lavorare insieme”.

La settimana è stata caratterizzata anche dall’innesto di Lorenzo Panzini: cosa ci può dire?

“Panzini lo conosco perché l’ho allenato ai Crabs nel 2016. Penso che lui ci potrà dare in futuro una grossa mano perché è un giocatore esperto del campionato e anche del ruolo; noi diamo una mano a lui aiutandolo a rimettersi in condizione per cui il suo arrivo era un’operaziona giusta per entrambe le parti. Lorenzo ha fatto una operazione chirurgica a maggio, è in fase di recupero ma ha già fatto tre buoni allenamenti con noi. Adesso vediamo se già contro Ozzano può darci una mano in campo per qualche minuto. La società è stata brava perché ha messo a disposizione del gruppo quelle qualità che ci servivano visto che non abbiamo tante guardie a roster: in quel ruolo una aggiunta di esperienza serviva”.

A Ravenna arriva la Logimatic di Ozzano: come li valuti?

“È una squadra con delle caratteristiche ben precise. Giocano con una grande intensità e grande ritmo. Io conosco bene il play Piazza, che è il loro punto di riferimento, un giocatore difficile da difendere perché bravo e anche esperto, con un grande cuore e che sa mettere in ritmo gli altri. Ozzano ha due guardie molto pericolose come Bechi e Abega e, in più, hanno un giocatore esperto con grande talento e classe come Cortese che è pericoloso sia da tre punti che in uscita dai blocchi. Dovremo fare una partita buttando in campo il 150% del nostro impegno e la nostra energia. Sono contento del rapporto che si sta instaurando col nostro pubblico, spero che oggi i nostri tifosi siano molto numerosi. Il mio sogno è quello di riempire il PalaCosta e di fare sì che loro, i tifosi, siano orgogliosi dell’impegno e della qualità del nostro gioco”.