VOLLEY PALLAVOLO. Quarti di finale play off A2. Consar Ravenna - Tinet Prata di Pordenone.

Un netto 3-0 propiziato da una ottima prestazione in attacco di Orioli con 16 punti e Raptis 14. Ottima la regia di Russo e l’attacco dal centro

Consar-Tinet era la partita dell’anno e la Consar non ha steccato la bella. Una splendida vittoria dei ravennati per 3-0 proietta la Consar al match con Grottazzolina. Una partita in cui la Consar ha sempre avuto il pallino del gioco in mano e con un muro preciso e rigiocate perfette ha costretto la Tinet a giocare mai in tranquillità. E adesso la Consar torna in campo giovedì a Grottazzolina sulle ali dell’entusiasmo e forte di una squadra che l’innesto di Raptis ha reso ancora più brillante ed efficace nel fondamentale di posto 4.

La Consar scende in campo con Russo al palleggio e Bovolenta opposto, Orioli e Raptis di banda, Bartolucci e Mengozzi al centro, libero Goi; allenatore Bonitta.

Tinet Prata risponde con Alberini al palleggio e Lucconi opposto, Katalan e Scopelliti al centro, Terpin e Petras di banda, libero De Angelis; allenatore Boninfante.

A dirigere la Serena Salvati di Roma e Michele Marotta di Prato.

Partenza contratta con le quadre fallose al servizio nel primo set e il primo allungo è per Prata (6-4) che difende bene e ricostruisce. Altro allungo sul 10-7 per i friulani con la Consar contratta e fallosa in battuta (specie con Russo). Ma qualche errore di troppo in attacco dei friulani e un buon turno al servizio di Orioli riporta la Consar in parità (11-11) e poi in vantaggio con un bel muro (15-14) che Ravenna bissa con Bartolucci (16-14) e Boninfante ferma il gioco. Ravenna prende il largo con un incontenibile Bovolenta (19-15) e Boninfante ferma ancora il gioco. Ravenna vola sul 23-18 grazie una buona difesa e a un efficiente contrattacco e a quota 24 con un ace di Orioli. E il 25-19 arriva con un errore al servizio di Petras.

Un buon turno al servizio di Scopelliti porta avanti la Tinet (3-1) nel secondo set ma un attacco di Raptis riporta la Consar in parità (3-3) che poi scatta sul 6-5 con un ace di Raptis. Un altro ace (Bartolucci) tiene Ravenna avanti (9-7) e una murata porta la Consar a 10 quando Boninfante ferma il gioco. Un errore gratuito di Petras porta Ravenna sul 17-13. Un ace di Russo porta la Consar sul 21-15 e Boninfante ferma il gioco. Ma Ravenna ha il vento in poppa, attacca bene dal centro (Mengozzi chiuderà il, set con 4 punti), e chiude 25-19 con un identico errore di Petras al servizio come accadde nel primo set.

Il terzo set parte con Orioli sugli scudi e un ace (4-2) ma Petras dalla linea dei 9 metri fa male e la Tinet torna avanti (7-5) la Consar riagguanta la parità a quota 10. Un ace di Orioli porta Ravenna 12-11. Il pala Costa esplode sul muro del 14-12 per la Consar così come sul 22-18 e i ravennati saldamente al comando del set. Che si chiude con un errore al servizio della Tinet nel tripudio el pala Costa (25-19).