RAVENNA CALCIO - MEZZOLARA. Rrapaj Paolo esulta dopo il goal

Nappello, Rrapaj, Tirelli e Sabbatani valgono il successo in trasferta. Il Carpi resta però in vetta vincendo a San Mauro e guadagna 2 punti con l’esclusione dal campionato della Pistoiese

È un Ravenna FC travolgente quello che batte in trasferta per 4-0 il Progresso. Purtroppo le brutte notizie per i giallorossi arrivano da Pistoia, con la squadra che sarà esclusa dal campionato, regalando 2 punti di vantaggio in più alla capolista Carpi nella sfida per la promozione in Serie C.

Nappello sblocca la gara già al 4’ dopo uno scambio sul profondo con Tirelli. I giallorossi conducono la partita e rischiano solo su un’iniziativa dell’ex Selleri e al 35’ un siluro Rrapaj vale il 2-0 con cui le squadre vanno al riposo.

La ripresa si apre al 54’ con la rete di Tirelli che chiude la partita e dedica il gol al compagno Pavesi, vittima di un grave infortunio settimana scorsa. Nel finale (82’) Sabbatani cala il poker su cross di Nappello.

Grande festa per i tanti tifosi giallorossi che hanno seguito la squadra sul campo di Corticella.

Anche il Carpi continua però a vincere e conferma la vetta della classifica del Girone D di Serie D con un secco 3-0 a San Mauro.

A 3 giornate dalla fine il Ravenna deve ora recuperare 4 lunghezze agli emiliani ed è atteso dalle gare casalinghe contro Certaldo e Imolese, intervallate dalla trasferta a San Donnino. Per il Carpi sfide contro Forlì e Certaldo, con in mezzo la trasferta a Imola.

La partita

Con Alluci e Diallo non nelle migliori condizioni Gadda rilancia fin da subito i rientranti Rrapaj e Marino con Sabbatani a fianco di Tirelli e Spezzano che vince il ballottaggio con Gobbo per completare il terzetto difensivo.

Neanche il tempo di prendere le misure con il gran caldo ed il Ravenna passa subito. Lancio millimetrico di Nappello per Tirelli che gli restituisce il pallone, controllo e tiro da dentro l’area piccola che, complice una lieve deviazione, mette fuori causa Cheli, giallorossi già avanti al 4’. Il Ravenna non rallenta e si presenta con continuità nei pressi dell’area dei padroni di casa con Rrapaj e di nuovo con Tirelli. Il Progresso fatica a trovare le misure e prova ad alleggerire la pressione con il tiro di Selleri, ma l’ex giallorosso spara largo al 10’. Al 13’ bell’inserimento di Marino che trova Tirelli anticipato di un soffio. E’ il preludio del raddoppio giallorosso che arriva al 35’ Rrapaj riceve palla da Nappello e fa partire un gran sinistro dai 25 metri, la palla rimbalza e beffa un Cheli non irreprensibile in questa occasione. Le iniziative del Ravenna sono incessanti e prima dell’intervallo è ancora Marino a sfiorare la terza rete giallorossa.

La ripresa si apre con il Progresso che prova ad alzare il tiro per mettere pressione al Ravenna e riaprirla, ma si tratta di un fuoco di paglia perché al 54’ è Tirelli a chiudere a doppia mandata il risultato finale con un destro a giro dal limite che bacia il palo e si insacca dolcemente. Lodevole la dedica al compagno Pavesi vittima di un grave infortunio in settimana. La partita a questo punto è decisamente indirizzata e scorre via senza particolari sussulti. Si fa trovare pronto a timbrare il cartellino Sabbatani che trova l’undicesima gioia personale con una precisa incornata in anticipo su pennellata di Nappello. Prova a sbloccarsi anche Varriale, ma la sua conclusione a due minuti dalla fine impatta sulla traversa. Da segnalare l’esordio del giovanissimo Marco Castellacci, attaccante classe 2007 del vivaio giallorosso.

L’esclusione della Pistoiese

Il Ravenna con una prova maiuscola continua l’inseguimento al Carpi, un inseguimento che diventa ancor più complicato, non solo per l’ennesima vittoria dei rivali, ma per la cervellotica regola che norma il caso Pistoiese: con l’esclusione dal campionato dei toscani a sole 3 giornate dalla fine, infatti, a tutte le squadre verranno tolti i punti fatti contro gli orange e, paradossalmente, il Ravenna che del gruppo di testa era l’unica ad avere vinto sul campo entrambe le partite vedrà allontanarsi di ulteriori due punti la vetta. Con il Carpi a +4 con sole tre gare da giocare la rimonta diventa estremamente difficile.