Semifinale play off A2. Consar Ravenna - Yuasa Battery Grottazzolina.

I ragazzi di Bonitta vincono 3-0 e si va alla bella a Grottazzolina

Era una partita da dentro o fuori e la Consar Ravenna è dentro, splendidamente dentro. Al pala De André (1.062 spettatori, arbitri Serafin e Sessolo) i ragazzi di Bonitta offrono una prestazione super e la prima della classe, la Yuasa Battery Grottazzolina torna nelle Marche con un secco 3-0 da digerire. Tutto rimandato a gara 3. Andrà come andrà, ma la gara di questa sera ha dimostrato la grande maturità raggiunta dalla Consar trascinata da un Bovolenta in forma come non mai e con all’attivo 25 punti, 6 in più di Breuning lo straordinario opposto del Grottazzolina.. Raptis secondo miglior marcato con 11 punti appena un punto più di Orioli.  “Un ottima partita – ha commentato a fine gara Marco Bonitta e ora andiamo a gara 3 consci di poterci giocare le nostre carte. Abbiamo smaltito le tossine della serie della semifinale e ora siamo prontassini per gara 3. I giovani recuperano prima le energie e saremo prontissimi mercoledì sera”.

La Consar Ravenna scende in campo con Russo al palleggio e  Bovolenta opposto, Raptis e Orioli di banda, Bartolucci e Mengozzi al centro, libero Goi, Allenatore Bonitta.

Yuasa Battery Grottazzolina risponde con Marchiani al palleggio e Breuning opposto, al centro Canella e Mattei, di banda Fedrizzi  e Cattaneo, libero Marchisio, allenatore Ortenzi.

Buona partenza della Consar nel primo set (3-1) con servizi precisi di Russo ma anche due errori in 4 servizi. UN ace di Bovolenta porta Ravenna sul 6-3 e poi 7-3 con una ricezione sbagliata ancora su Bovolenta. Grottazzolina rosicchia qualche punto (10-7) ma la Consar è in campo determinata a vender cala pelle (13-10) con Raptis e Bovolenta molto efficaci e sul 15-10 Ortenzi ferma il gioco.  Ma Bovolenta piazza due altro ace (17-10) e Ortenzi ferma ancora il gioco. Continua il Bovolenta show (22-15) e Raptis si procura il primo set ball che Bovolenta (11 punti nella prima frazione) spreca in rete (settimo servizio sbagliato) ma l’errore in attacco di Grottazzolina porta alla Consar il punto del 25-18.  

Il secondo set parte con Grottazzolina avanti (4-2) e Bonitta che ferma subito il gioco. E serve perché Grottazzolina inanella un errore dopo l’altro (prima al servizio poi con Breuning) e la Consar passa avanti (5-4) ma poi risuperata dopo un errore in attacco di Raptis (7-6) e poi 10-8 per i marchigiani. Non entra il servizio a Raptis e Grottazzolina è più concreta (13-10). Un ace di Bovolenta riporta la Consar sotto (13-14) e Ortenzi ferma il gioco. Altro ace di Bovolenta (16-16) e il set è apertissimo. Fedrizzi piazza l’ace del 21-19 ma anche Orioli mette l’ace e siamo 22 pari. Un muro su Raptis regala a Grottazzolina il set point poi annullato. E si va avanti punto a punto (27-27) fino all’ace di Russo (29-28)  ma il solito Breuning annulla la palla set per Ravenna. Ma un muro stratosferico di Breuning regala il set ai ravennati (31-29). U set pazzesco che Ravenna ha avuto la grinta di vincere dopo aver annullato sei palle set con caparbietà e determinazione. E ancora un super Bovolenta.

Il terzo set parte con le squadre punto a punto (6-6) ma la Consar strappa sul 9-6 e Ortenzi ferma il gioco dopo belle difese e contrattacchi dei ravennati. Bovolenta sbaglia un attacco e Grottazzolina si riavvicina (13-12) con un implacabile Breuning. Ma la Consar non è mai doma e torna a più 3 (16-13) e sul 18-14 Ortenzi è costretto al time out dopo uno splendido contrattacco ravennate finalizzato da Bovolenta. Un ace di Russo fa esplodere il Pala De André così come un muro di Orioli (20-14). Il match point esce da un attacco di Mengozzi e Raptis chiude 25-18.