Sabbatani
Ravenna Fc - Sabbatani

Giallorossi impegnati al Benelli per non lasciare nulla di intentato dopo la mazzata Pistoiese

Incassata la scure dell’eliminazione della Pistoiese dal campionato, Ravenna e Certaldo, che per questo motivo hanno lasciato per strada rispettivamente 6 e 3 punti, si ributtano sul campo per continuare a lottare per i rispettivi obbiettivi.

I giallorossi, ora a -4 dal Carpi, cercheranno di tenere vive le speranze di una rimonta che al momento risulta quanto mai complicata, i toscani invece si ritrovano in una posizione caldissima di classifica e necessitano di punti per potersi giocare almeno la salvezza nei playout, evitando la retrocessione diretta.

Il Certaldo arriva a questa gara dopo la sonora sconfitta subita in casa dal Corticella che ha interrotto un periodo positivo che li ha visti allontanarsi dall’ultimo posto in graduatoria. Sulla panchina dei viola siede da ben 8 stagioni, caso più unico che raro nel calcio attuale, Alberto Ramerini, che dal campionato di promozione ha guidato i toscani ad una vera e propria escalation portandoli in serie D. Gli uomini più pericolosi sono gli attaccanti Gozzerini e Akammadou, autori rispettivamente di 6 e 8 marcature stagionali.

In casa Ravenna, dopo aver digerito il boccone amaro del declassamento in classifica, regna la ferma volontà di non lasciare nulla di intentato e di continuare a cercare di vincere le tre partite rimanenti prima di guardare la classifica. Massimo Gadda per affrontare la gara dovrà far fronte ad alcune defezioni, saranno sicuramente out infatti, oltre a Pavesi, sia Magnanini che Mancini, quest’ultimo uscito sul finale della gara contro il Progresso per un duro contrasto di gioco alla caviglia. Sempre in dubbio Diallo mentre invece Alluci che non era neanche sceso in panchina nell’ultima partita si è allenato regolarmente in gruppo ed è pronto a giocarsi una maglia da titolare in mediana con Rrapaj e Campagna. La partita contro il Certaldo cade in un giorno importante per la storia giallorossa, infatti il 21 aprile si celebra la prima gara disputata dal Ravenna nella sua storia 111 anni fa, una data da ricordare e da onorare con una prestazione degna di questa gloriosa storia.

Le dichiarazioni di mister Gadda prima della gara: “Chiaro che quello che è successo alla Pistoiese è un’ingiustizia non solo per il Ravenna ma per il campionato in generale. Noi dobbiamo pensare a fare bene, questi ragazzi hanno fatto qualcosa di davvero speciale, si è creato un entusiasmo importante e noi vogliamo ripagarlo con una grande partita. Affrontiamo una squadra che escludendo la sconfitta di domenica arrivava da un buon periodo con tre risultati utili in trasferta contro squadre importanti, è una squadra con dei valori e dobbiamo fare una partita molto umile, con ritmo con voglia e pensare solo a fare bene”.