(Foto di Filippo Venturi)

Al Benelli arriva il Lentigione in un match classico della post season

Digerita con grande amarezza la mancata vittoria del campionato per la paradossale vicenda legata alla Pistoiese, i giallorossi tornano in campo con rabbia e determinazione per affrontare i playoff. La rabbia è l’evidente conseguenza della delusione per non aver potuto festeggiare un campionato che sul campo ha visto i giallorossi fare i medesimi punti del Carpi promosso, la determinazione è quella di chi vuole continuare ad onorare la maglia come fatto in ogni minuto del campionato e dimostrare nuovamente che non è secondo a nessuna squadra di questo girone.

L’avversario di questa semifinale playoff è quello giusto, infatti il Lentigionè è una delle pochissime squadre che è riuscita ad espugnare il Benelli ed anche all’andata costrinse i giallorossi ad un pareggio sul campo di Sorbolo. Una squadra ormai abituata a questi scenari di post season e che rappresenta una sorta di tabù per il Ravenna che l’anno scorso abbandonò proprio all’ultima giornata la prospettiva dei playoff e nell’anno prima dopo una splendida cavalcata perse proprio la finale playoff grazie a due reti nel finale dopo una partita dominata. Contro una squadra esperta che può contare su giocatori di grande valore come Sala o il capitano Formato, già 15 reti in campionato, servirà il Ravenna migliore della stagione per continuare la striscia di vittorie consecutive giunta a 7 contro l’Imolese. Per questa gara mister Gadda dovrà fare a meno, oltre agli infortunati Pavesi, Magnanini e Nappello anche al dominatore della difesa Esposito che è stato squalificato per un turno per avere ricevuto il quinto cartellino giallo stagionale. Rientra invece tra i convocati Mancini fermo da varie settimane per un problema alla caviglia dopo uno scontro nella trasferta contro il Progresso.

Massimo Gadda alla vigilia non vuole cali di tensione da parte dei suoi: “Non so gli avversari che motivazioni abbiano se siano tante o poche. Noi giochiamo in casa e per orgoglio, per lasciare un’immagine positiva ai nostri tifosi che quest’anno ci hanno aiutato tanto, vogliamo assolutamente fare bene e cercare di arrivare in finale. Affrontiamo una delle migliori del campionato e sappiamo che sarà una gara ostica contro una squadra che negli ultimi anni è diventata la bestia nera del Ravenna.”