Parcheggi a pagamento
Parcheggi a pagamento (foto di repertorio)

Per le strutture nei perimetri del centro storico

“Rispetto alla sperimentazione del nuovo sistema di tariffa di sosta turistica per le strutture ricettive tramite abbonamento, siamo favorevoli a partire dal 2 aprile per quanto riguarda le strutture situate nei perimetri del centro storico, per dare più tempo affinché le associazioni stesse possano far circolare al meglio le informazioni presso i propri associati”, dichiarano gli assessori alla Mobilità Gianandrea Baroncini e al Turismo Giacomo Costantini. 

“Vorremmo sottolineare poi – aggiungono – che il nuovo sistema sperimentale, frutto di un percorso di due anni con molti momenti di confronto con le associazioni e gli operatori, si compone di due elementi: il ticket giornaliero cartaceo di cinque euro, che permetterà di parcheggiare in tutti gli stalli blu tranne che nei parcheggi automatizzati (De Gasperi, Guidarello, Bezzi e Baracca); e la piattaforma informatica, nella quale gli operatori inseriranno le targhe degli ospiti, che permette alle strutture ricettive di acquistare abbonamenti temporali a condizioni molto vantaggiose, a cominciare dall’abbonamento annuale che prevede di fatto un costo inferiore all’euro per giornata, e per gestire i momenti di picco viene data anche la possibilità di ‘tagli’ inferiori, semestrale, trimestrale e mensile, con costi giornalieri che oscillano tra poco più di un euro e 1,70 euro circa. 

Alcune limitate aree sono state escluse dalla possibilità di sosta per quanto riguarda le formule di abbonamento. Per mero errore materiale nella delibera è stata inserita tra queste anche piazzale Segurini, che invece con le associazioni era stato concordato di inserire tra quelle fruibili; naturalmente l’errore sarà corretto. 

La scelta di escludere alcune aree dalla fruizione della tariffa di sosta turistica ad abbonamento- sottolineano gli assessori – è stata determinata dalla necessità di preservare un equilibrio in termini di esigenze di sosta dei residenti e di rotazione dei parcheggi per il commercio, ma ciò non toglie che alle normali condizioni tariffarie un turista possa parcheggiare dovunque. 

Infine ribadiamo che l’entrata in vigore del nuovo sistema per quanto riguarda le ztl è prevista a partire dall’1 luglio, dopo aver valutato gli effetti della prima fase, quella relativa alla zpru.

Avremo quindi modo di valutare possibili ampliamenti delle aree utilizzabili con abbonamento, dove comunque, come già detto, dovremo tener conto di un necessario equilibrio tra residenti, commercio e turismo” concludono Baroncini e Costantini.